Gara di fuochi a Mugnano, il vicesindaco chiarisce: «Nessun problema economico, è cambiata la normativa»

Gara di fuochi a Mugnano, il vicesindaco chiarisce: «Nessun problema economico, è cambiata la normativa»

MUGNANO – Il vicesindaco Ezio Micillo smentisce che la cancellazione della gara pirotecnica sia dovuta alla crisi economica: “Se avessimo avuto  problemi, non avremmo fatto una manifestazione canora ma salvaguardato la nostra eccellenza.


Rispetto allo scorso anno, l’impegno economico comunale è stato ridotto del sette percento. E’ cambiata la normativa riguardante il metraggio di sicurezza per fare la gara pirotecnica. Abbiamo ridimensionato lo spazio antistante al cimitero, di conseguenza si metteranno in una postazione molto ristretta dello scorso anno – continua –  Quello che abbiamo fatto lo scorso anno tecnicamente non era possibile. Avremmo dovuto fare più di una forzatura, chiedendo l’avallo dei Carabinieri e dei Vigili Urbani. Abbiamo ridotto l’orario, mantenendo alta la qualità senza creare disagio ai residenti della zona.  Sono 7 anni che la Gara dei fuochi che non si fa, sostituita solo da esibizioni. Infatti il contributo resta uguale alle famiglie partecipanti. ”. Sono previsti due spettacoli pirotecnici per le festività del Sacro Cuore di ottobre: il primo di apertura il 19 e l’altro di chiusura il 26 .  

Il vicesindaco ricorda che la scelta dei fuochisti è presa dal comitato organizzatore. In questi giorni si definiranno le esibizioni delle famiglie artigiane attraverso le contrattazioni dei contributi. L’amministrazione comunale ha auspicato che il comitato possa preferire fuochisti mugnanesi, in caso contrario saranno interpellati professionisti provenienti dall’esterno.