Il comune di Calvizzano fuori dal Piano sociale di zona, Salatiello attacca Mugnano

Il comune di Calvizzano fuori dal Piano sociale di zona, Salatiello attacca Mugnano

CALVIZZANO – Il comune di Calvizzano uscirà dal Piano sociale di zona Ambito Napoli 1 di cui fanno parte anche Qualiano, Villaricca,


CALVIZZANO – Il comune di Calvizzano uscirà dal Piano sociale di zona Ambito Napoli 1 di cui fanno parte anche Qualiano, Villaricca, Melito e Mugnano, quest’ultimo ente capofila. La decisione ormai è stata presa e non c’è più margine per un dietrofront.

Polemico il commento del primo cittadino Giuseppe Salatiello, che ha spiegato alla nostra redazione le ragioni di una scelta che era nell’aria da un po’ di tempo: «Il Comune di Calvizzano intende uscire dall’Ambito per gestire in proprio i servizi sociali. I motivi sono essenzialmente due: i soldi non sono gestiti bene e non c’è alcuna ricaduta occupazionale sul mio territorio».

Il primo cittadino calvizzanese non risparmia attacchi duri sulla passata gestione del Piano sociale di zona: «Il Comune di Mugnano vuole decidere su ogni cosa, ma devono smetterla di trattare Calvizzano come fanalino di coda. Posso anticipare – continua Salatiello – che nel prossimo bilancio di previsione non sarà inserita alcuna somma per il Piano sociale di zona.  Ho degli obblighi verso i miei concittadini che pagano le tasse ad hanno diritto a servizi adeguati. Non mi si venga a parlare della legge regionale n. 328/2000 riguardante i fondi socio-assistenziali, perché la Regione può avere voce in capitolo solo se c’è un suo investimento, ma poiché si tratta di soldi dei miei contribuenti spetta a Calvizzano decidere», tuona ancora il Sindaco.

Sul Piano sociale di zona incombe in realtà da settimane lo spettro del commissariamento. La situazione è ancora in evoluzione, ma non muterebbe in ogni caso la posizione del comune calvizzanese, deciso ad andare avanti da solo per la propria strada e a dire addio alle politiche sociali condivise.