‘No’ al Termovalorizzatore di Giugliano, Amente: intervenire per bloccare il bando

‘No’ al Termovalorizzatore di Giugliano, Amente: intervenire per bloccare il bando

NAPOLI – “Bisogna bloccare il bando al più presto, non ci sono le condizioni per la costruzione dell’impianto”. E’ quanto afferma il consigliere regionale del Popolo della Libertà Mafalda Amente al termine dell’audizione svoltasi in Regione alla quale hanno partecipato anche alcuni rappresentanti dei territori vicini alla zona dove dovrebbe sorgere il termovalorizzatore di Giugliano.


“E’ una zona che ha già dato ed inoltre in questo momento non esistono le condizioni per poter procedere – ha spiegato Amente – Qualcosa deve essere fatto ma bisogna trovare alternative valide che non rischino di peggiorare le già precarie condizioni ambientali. Per tre anni come vicepresidente della commissione Bonifiche ed Ecomafie mi sono battuta affinché le aree che oggi sono balzate prepotentemente alla ribalta della cronaca subissero seri interventi di recupero. Non si può pensare di poter costruire un termovalorizzatore, che con ogni probabilità non riuscirebbe neanche a risolvere il problema ecoballe, senza prima procedere alla bonifica”.

Il consigliere regionale ha infine provato a rasserenare gli animi ed invitato tutte le forze ad una fattiva collaborazione. “Non si può fingere che non stia accadendo nulla. La situazione è grave ma i continui allarmismi non fanno di certo bene, così come non fa bene scaricare colpe e responsabilità – ha concluso Amente – Bisogna collaborare fattivamente tutti insieme, politica, cittadinanza e comitati. Le istituzioni locali e regionali devono superare gli steccati ideologici e partitici e sinergicamente adoperarsi per la risoluzione del problema”.

 

Comunicato Stampa