Qualiano, ritardi nei lavori al cimitero: parte la procedura di rescissione

Qualiano, ritardi nei lavori al cimitero: parte la procedura di rescissione

QUALIANO – «Abbiamo un solo metro ed una sola misura. Chi risulta affidatario di un lavoro deve portarlo a termine e non


QUALIANO – «Abbiamo un solo metro ed una sola misura. Chi risulta affidatario di un lavoro deve portarlo a termine e non bloccare i servizi agli utenti. Se ravvisiamo ritardi e negligenze avviamo le procedure previste per legge. Lo abbiamo fatto per la via di Candida, che dopo un anno di stasi è stata completata in un mese e lo faremo per le epigrafi al Cimitero». Questa la dichiarazione affidata ad una nota stampa da Ludovico De Luca, sindaco di Qualiano, a commento della procedura per la rescissione contrattuale con la ditta affidataria dei lavori  di scritturazione di epigrafi ed elementi ornamentali ai loculi del  blocco B e del blocco D + E del Cimitero Comunale.

Ad oggi – recita il comunicato – nonostante i lavori abbiano avuto inizio con riserva di legge, in data 25/06/2013, risultano ultimati solo n.50 loculi sul totale complessivo contrattuale di n.468 nicchie.

«Stiamo lavorando seriamente per rendere il Camposanto accogliente e degno così come deve presentarsi un luogo deputato ad essere dimora dell’ultimo riposo- sottolinea Venturino Cerqua, assessore con delega al Cimitero – chi va a trovare i propri cari, deve avere la possibilità di rilassarsi nello spirito, sentendo che intorno a lui vi è decoro, silenzio e tranquillità».

Alla ditta MEDIAPPALTI srl l’amministrazione qualianese ha quindi dato l’ultimatum di completare i lavori e terminare almeno i 110 loculi previsti entro ottobre.