Ragazzi disabili di Giugliano, si procede ad una sistemazione temporanea

Ragazzi disabili di Giugliano, si procede ad una sistemazione temporanea

GIUGLIANO – Passi avanti nell’intricata vicenda che vede coinvolti i ragazzi disabili di Giugliano, ai quali da settimane è stata negata la possibilità di riprendere le attività svolte fino a giugno nel centro polifunzionale di villa Ammaturo.


Una parziale rassicurazione per le mamme è arrivata nell’incontro di oggi al Comune con il responsabile del settore Welfare Luigi Martino. “Ci è stata data la possibilità di scegliere uno tra dieci centri del territorio che i ragazzi potranno frequentare fino a dicembre, in attesa del bando che verrà indetto a gennaio e che servirà a stabilire a quale cooperativa saranno affidati” – fa sapere una mamma – . “Il Comune comparteciperà alle spese e nei prossimi giorni dovremo rendere nota la nostra decisione. È ben accetta, comunque, qualsiasi soluzione vada incontro alle esigenze dei nostri figli – aggiunge – perché è indispensabile aiutarli e non abbandonarli ai pericoli della strada”.

I fondi regionali destinati ai giovani disabili non dovrebbero arrivare prima di gennaio. Fino ad allora, comunque, l’alternativa proposta dai tecnici del Comune dovrebbe consentire il ritrovo di quella quotidianità auspicata dai ragazzi stessi, stanchi di trascorrere le loro giornate nella totale inoperosità. Scongiurata, fortunatamente, anche la protesta estrema che le mamme sarebbero state pronte ad inscenare in caso di fumata nera al termine della riunione di oggi.