Rapinavano passanti a volto scoperto ed armati di coltelli: arrestati in tre

Rapinavano passanti a volto scoperto ed armati di coltelli: arrestati in tre

GIUGLIANO – Rapinavano i passanti a volto scoperto e con coltelli in pugno.  Con i loro raid riuscivano a mettere le mani su telefoni cellulari, catenine d’oro o poche decine di euro. Le modalità di azione erano sempre le stesse, così come il luogo scelto per i fugaci colpi, via Salice. Per i tre questa mattina sono però scattati gli arresti, nel corso dell’operazione compiuta dai carabinieri della stazione di Varcaturo.


I militari dell’arma sono risaliti ai malviventi attraverso il sistema informatico Weblase, utilizzato per l’attività investigativa. Tre sono state le rapine effettuate nell’arco di un mese da Ciro Pellecchia, 36 anni, residente a Melito in via San Marco; Andrea Caputo, 35 anni, residente a Melito in via Ticino e Gerardo Mauriello, 31 anni, residente a Giugliano, incensurato.

Il primo colpo è stato messo a segno lo scorso 2 aprile ai danni di un 30enne di Aversa, a cui hanno sottratto cellulare e 25 euro. Poi di nuovo in azione il 23 aprile ed il 3 maggio, arraffando un cellulare ed un portafoglio nel primo caso, ed un bottino ancor più ricco nell’ultimo raid, nel quale sono riusciti a rubare anche una catenina d’oro ed un orologio da polso. Gli arrestati sono stati tutti condotti nel carcere di Poggioreale.