Sarà ultimato lo svincolo di Melito, dalla provincia 1 milione e 200mila euro

Sarà ultimato lo svincolo di Melito, dalla provincia 1 milione e 200mila euro

NAPOLI – Un milione e 200mila euro per completare e mettere finalmente in esercizio lo svincolo che collega l’Asse Mediano con la


NAPOLI – Un milione e 200mila euro per completare e mettere finalmente in esercizio lo svincolo che collega l’Asse Mediano con la Perimetrale di Melito, consentendo così alle auto provenienti da Acerra di procedere direttamente in direzione Napoli senza dover uscire prima a Sant’Antimo e riprendere l’ex Statale 162 in direzione opposta. Lo ha stanziato il Consiglio Provinciale di Napoli, dopo che per molto tempo l’infrastruttura, già in gran parte realizzata e per la cui costruzione erano già stati spesi fondi importanti, giaceva inutilizzata a causa di incoerenze progettuali.

A dare l’annuncio i Consiglieri provinciali Francesco Guarino, Mafalda Amente e Luigi Cerbone del PdL e Luigi Sorianiello del Movimento Popolare Campano, tutti eletti a Napoli ed in comuni dell’area nord, insieme con l’Assessore ai Lavori Pubblici, Massimo De Angelis.
La zona interessata all’intervento riguarda infatti i collegamenti tra il capoluogo ed i territori di Casandrino, Melito e Sant’Antimo, con un bacino d’utenza di circa 200mila abitanti.

Le opere da realizzare prevedono il rifacimento della pavimentazione stradale, la pulizia generale e lo smaltimento dei rifiuti abbandonati illecitamente, la regimentazione e lo smaltimento delle acque meteoriche, l’installazione della segnaletica orizzontale – anche con markers catarifrangenti (i cosiddetti occhi di gatto) – e di quella di prescrizione, indicazione e pericolo, anche su portali, oltre alla nuova segnaletica luminosa a cascata (visual).
Si procederà inoltre all’adeguamento dei guard-rail alla normativa vigente.

«Si tratta di un intervento – ha affermato Guarino – di grande importanza per la mobilità della cinta a nord del capoluogo, fortemente antropizzata e con notevoli complessità sul fronte della viabilità su gomma. Il tratto in questione, infatti, è caratterizzato dalla formazione, in quasi tutte le ore del giorno, di lunghe code proprio per l’impossibilità di utilizzare lo svincolo sul quale ora andiamo ad operare».

«I lavori – ha concluso Guarino – dureranno duecento giorni dall’affidamento della gara. Dopodiché si potrà dare un po’ di respiro ai tanti pendolari che utilizzano quelle arterie. In un periodo di grandi tagli riusciamo a valorizzare quest’area con un investimento di 1 milione e 200 mila euro».