Segreteria PD a Giugliano, spunta anche il nome di Paolo Conte

Segreteria PD a Giugliano, spunta anche il nome di Paolo Conte

GIUGLIANO – Anche all’interno del Pd giuglianese è partito il conto alla rovescia per eleggere il nuovo segretario cittadino. In attesa di


GIUGLIANO – Anche all’interno del Pd giuglianese è partito il conto alla rovescia per eleggere il nuovo segretario cittadino. In attesa di capire l’esito della corsa che decreterà il nuovo responsabile provinciale del Partito Democratico napoletano, anche nel circolo Pd della terza città della Campania c’è attesa per conoscere il nuovo organigramma.

In tutti i comuni della provincia di Napoli, le locali sezioni hanno tempo sino al 5 novembre, giorno che precede la riunione dell’assemblea provinciale che dovrebbe decretare il nuovo segretario, per scegliere i responsabili di circolo.

Nelle ultime ore, il nome saltato fuori per la segreteria cittadina pare sia quello di Paolo Conte, ufficialmente non iscritto al Pd, collaboratore dell’Onorevole Giovanna Palma e già consulente del Ministero delle Politiche Agricole. Conte, se fosse confermata quest’indiscrezione, sarebbe sostenuto, tra gli altri, da Nicola Pirozzi, ex capogruppo democrat in consiglio comunale e vicino alla componente che fa riferimento al consigliere regionale Lello Topo. Ma per ora siamo nel campo delle ipotesi.

Pirozzi inoltre, di recente avrebbe istituito una sorta di ticket politico con Antonio Poziello, (vincitore con circa 3.500 voti delle primarie democratiche giuglianesi per la corsa alla poltrona di primo cittadino prima del commissariamento dell’ente comunale), per sostenere alla segreteria provinciale del Pd l’attuale sindaco di Melito Venanzio Carpentieri, il quale sfiderà il segretario uscente Gino Cimmino (a Giugliano sostenuto da una minoranza guidata dal dott. Enzo Mauriello, membro della segreteria giuglianese uscente).
Poziello, in realtà, non fa riferimento all’area di Lello Topo (che sospinge Carpentieri alla segreteria provinciale) come Pirozzi, ma a quella di Mario Casillo. Per questo motivo, non è da ritenersi scontato il suo appoggio a Paolo Conte. Sullo sfondo, il nome di un altro candidato: quello di Nino Mallardo, che però pare stia perdendo quota.

Un quadro ingarbugliato, obiettivamente difficile da decifrare e quasi impossibile da confermare, con nomi che saltano fuori come funghi.
Resta da capire ad esempio, come a Giugliano si orienterà l’area che fa riferimento a Gino Cimmino, se Paolo Conte effettivamente dovesse essere in campo.
Quello che è certo, è che la segreteria giuglianese del Partito Democratico si riunirà nel locale circolo, per discutere delle candidature, sabato 26 ottobre dalle ore 17. Mentre dalle ore 9 alle ore 20 di domenica 27 ottobre ci dovrebbero essere le votazioni che potrebbero rendere più chiaro l’orientamento degli oltre 1.300 iscritti Pd.