Stadio De Cristofaro chiuso, l’inerzia dei commissari. Gli ultras inviano l’ennesima lettera al Comune

Stadio De Cristofaro chiuso, l’inerzia dei commissari. Gli ultras inviano l’ennesima lettera al Comune

GIUGLIANO – Non accenna a placarsi la polemica fra gli Ultras del Giugliano Calcio e la triade commissariale. Giuseppe D’Alterio dell’associazione Giugliano Bene Comune e Gennaro Pezzurro in rappresentanza del Collettivo Ultras Giugliano hanno inviato questa mattina l’ennesima lettera aperta ai commissari prefettizi per il mancato avvio dei lavori di restyling e messa in sicurezza dello stadio De Cristofaro. Trenta giorni fa, si legge nel documento, la triade aveva promesso che sarebbe stato pubblicato un bando per l’assegnazione dei lavori e che entro la primavera del 2014 la struttura sarebbe ritornata agibile. Per ora però tutto tace e nessuna gara comunale è stata indetta.


Un disagio forte che costringe i tigrotti gialloblù, tornati alla ribalta del calcio regionale con l’acquisto del titolo di eccellenza dalla squadra del Pompei, a pellegrinare negli stadi delle città limitrofe e gli ultras a privarsi degli spazi del proprio tifo. L’ultima beffa si è registrata domenica scorsa, quando, ospite dello stadio Valefuoco di Mugnano, il Giugliano Calcio ha giocato a porte chiuse per problemi di ordine amministrativo. A quanto pare neanche fuori dalle mura cittadine i tifosi riescono a sostenere la squadra.

Ciò che chiedono gli ultras ai commissari è di sollecitare l’ufficio tecnico del Comune per l’emenazione del bando finalizzato all’assegnazione dei lavori di ristrutturazione del De Cristofaro. In più, chiedono la sistemazione dell’impianto di illuminazione che circonda la struttura e la riqualificazione del terreno di gioco per consentire gli allenamenti pomeridiani ai giocatori. Ci riusciranno o anche questa partita si giocherà al Comune a porte chiuse?