Ticket mensa a Villaricca, Sarracino attacca: «colpa dell’amministrazione»

Ticket mensa a Villaricca, Sarracino attacca: «colpa dell’amministrazione»

VILLARICCA – Non si placa la polemica sui tagli ai servizi scolastici. Fa discutere la decisione dell’amministrazione di far pagare il prezzo


VILLARICCA – Non si placa la polemica sui tagli ai servizi scolastici. Fa discutere la decisione dell’amministrazione di far pagare il prezzo pieno ai ticket della refezione ai bambini non provenienti da Villaricca.

Il Pdl critica la tesi difensiva dell’amministrazione che addossa ai tagli statali la responsabilità. Il capogruppo PDL in consiglio comunale, Luigi Sarracino, affida ai social network il suo affondo: «L’amministrazione comunale deve smetterla di dare la colpa ai tagli dello Stato perché sono stati compensati, il vicesindaco Granata conosce tutto questo perché gliel’ho fatto notare. Bisogna tagliare su tutto tranne che sull’istruzione e soprattutto sulla mensa dei bambini. 

L’amministrazione comunale in prima battuta dice che non ci sono soldi per i libri, poi riesce a trovarli per le solite associazioni di cui già conosciamo i nomi.  Cosa ancor più grave è aumentarsi gli stipendi di circa 300,00 euro al mese per il sindaco, poco meno per lo stesso Granata e gli assessori, e anche per noi consiglieri il gettone di presenza da 20,50 euro è stato portato a 34,00. Una manovra che secondo me costa alle case comunali tra i 30 mila ed i 40 mila euro. In uno degli ultimi consigli comunali ho proposto di rinunciare ad ogni compenso tra i consiglieri per farli andare a beneficio dei cittadini villaricchesi».