Tufino chiude, altri rifiuti per Giugliano. Alle porte una nuova emergenza ad hoc?

Tufino chiude, altri rifiuti per Giugliano. Alle porte una nuova emergenza ad hoc?

GIUGLIANO – Apprendiamo in questi minuti della chiusura dello Stabilimento di Tritovagliatura ed Imballaggio Rifiuti di Tufino, nel nolano. La decisione, a tempo indeterminato, è presa dal sindaco Antonio Mascolo dopo l’accertato sversamento di rifiuti irregolari dei giorni scorsi.


Il commissario della SapNa, Enrico Angelone, lascia intendere che i rifiuti verranno dirottati altrove in provincia di Napoli.

Indovinate dove? Bravi, proprio allo STIR di Giugliano.
Con il risultato che una nuova emergenza rifiuti sembra alle porte.

Non intendiamo fare ‘terrorismo giornalistico’, ma le circostanze ci appaiono quanto meno sospette: Tufino chiude proprio quando Giugliano cerca le forze per opporsi all’arrivo dell’inceneritore, per la cui costruzione il bando va avanti, con le prime offerte già pervenute.

E allora quale miglior ‘digestivo’ per questa pericolosa pietanza, che una nuova, tremenda emergenza? Chissà, qualcuno potrebbe anche arrivare ad invocare la termovalorizzazione dei rifiuti come un costo necessario o, meglio ancora, come la panacea di tutti i mali di questa terra.

Illazioni, le nostre. Semplici elucubrazioni. Ma, ancora una volta, a pensar male…