Arriva la Tares, gli aumenti maggiori per il ceto medio

Arriva la Tares, gli aumenti maggiori per il ceto medio

Si pagherà con il modello F24, a Giugliano rincari per tante famiglie nonostante il dramma rifiuti GIUGLIANO – Dopo i rinvii, la


Si pagherà con il modello F24, a Giugliano rincari per tante famiglie nonostante il dramma rifiuti

GIUGLIANO – Dopo i rinvii, la nuova tariffa comunale su rifiuti e servizi – la cosiddetta Tares – entra in vigore. Imposta sostitutiva di Tarsu e Tia, la Tares comprende oltre alla raccolta e lo smaltimento dei rifiuti urbani, anche una aliquota su altri servizi comunali.

A pagare, stavolta, non saranno solo i proprietari ma chiunque occupa i locali.

A Giugliano la scadenza della prima delle quattro rate bimestrali è prevista per il 16 dicembre, e sono in arrivo i modelli F24 con cui dovranno effettuarsi i pagamenti.

Il calcolo della somma da pagare è basato su 3 elementi: una quota fissa basata sulla superficie della casa, una quota variabile basata sui componenti del nucleo familiare, ed un coefficiente di maggiorazione per i servizi indivisibili del comune per spese come illuminazione pubblica, manutenzione delle strade e giardini pubblici, stabilita a Giugliano sull’importo della misura minima, ovvero di 30 centesimi per ogni metro quadro dell’abitazione.

prospettotaresQuesta computazione del calcolo fa emergere un dato preoccupante: l’incidenza dei componenti del nucleo familiare pesa molto di più rispetto alla grandezza dell’abitazione, per cui ad esempio famiglie di 4 componenti che vivono in 70 metri quadri (una condizione molto diffusa tra i ceti medi) vedranno notevoli aumenti in bolletta, mentre una coppia senza figli a carico che vive in una casa spaziosa beneficerà di una discreta riduzione. In questi due nuclei familiari analizzati, probabilmente, gli effetti della crisi saranno più evidenti nel primo caso. Ma ciò non ha impedito il riproporsi di un ennesimo paradosso tutto italiano, specie in paesi dove al termine ‘rifiuti’ si finisce inevitabilmente per associare il costante pericolo di morte.