Caffè Moderno ospita Marco Nonno, autore di Pianura 2008, I giorni della monnezza

Caffè Moderno ospita Marco Nonno, autore di Pianura 2008, I giorni della monnezza

GIUGLIANO – Si è tenuta ieri, giovedì 31 ottobre presso il Caffè Moderno di Piazza Municipio, la presentazione del libro “Pianura 2008,


GIUGLIANO – Si è tenuta ieri, giovedì 31 ottobre presso il Caffè Moderno di Piazza Municipio, la presentazione del libro “Pianura 2008, i giorni della monnezza” scritto dal consigliere del Comune di Napoli, Marco Nonno. Ex Msi, ex An, poi eletto consigliere comunale nelle liste del PdL con 3.604 voti, su cui pende l’accusa di essere stato il «regista» della rivolta di piazza esplosa tre anni fa, ha raccontato molte parti contenute nel suo libro, ha fatto rivivere al pubblico presente i giorni della ribellione.

Nonno ha deciso di pubblicare la sua “verità” dei fatti attraverso questo libro, che oltre la sua testimonianza, contiene anche quelle di altri personaggi più o meno noti, tra cui quelle del suo amico giornalista, Giovanni De Cicco.

Ripetuta la totale abnegazione alla sua causa, priva di qualunque scopo di lucro, così come viene ribadita la sua volontà di manifestare in modo pacifico, Nonno ci tiene a sottolineare che l’esperienza in carcere viene ricordata da lui positivamente, paragona l’ambiente del carcere di Secondigliano, in cui è stato trasferito, al cameratismo militare.

«L’emergenza rifiuti non ha mai avuto interruzione dalla famosa rivolta di Pianura del 2008, contro la riapertura di un sito nell’ex discarica dei Pisani, apparenti pulizie seguite da una realtà ancora oggi drammatica, che scatena l’indifferenza oltre che l’indignazione popolare» ci tiene a concludere Nonno dopo aver ripercorso le varie fasi del suo lavoro.

Sono intervenuti poi Antonio Arzillo (la Destra di Giugliano) ed Emanuele Bifaro (Promotore Fdi Giugliano) che, proprio riguardo l’emergenza rifiuti, dichiara: «In questo clima ci tengo a ricordare che Fratelli d’Italia ha formato una delegazione con l’onorevole Marcello Taglialatela, membro della commissione antimafia, per alcune questioni importanti. Malgrado l’assenza di un consiglio comunale, si è parlato di partecipare al bando dell’assessorato all’ecologia, di dare un impulso maggiore al progetto PIU Europa, in Regione sono stati, invece, proposti i POR (Progetti Operativi Regionali) affinché vengano destinati per la bonifica dei terreni e infine in Parlamento è stato chiesto da Marcello Taglialatela che la “Terra dei fuochi” sia e diventi una questione di livello nazionale».

L’incontro si è poi concluso con l’apertura di un buffet organizzato dal Caffè Moderno insieme alla distribuzione del libro di Marco Nonno.