Doppia tariffa per i ticket mensa a Villaricca, il Consiglio respinge la sospensione

Doppia tariffa per i ticket mensa a Villaricca, il Consiglio respinge la sospensione

VILLARICCA – Bocciata la proposta dell’opposizione di sospensione la delibera di giunta che attestava la disparità dei costi mensa tra i residenti


VILLARICCA – Bocciata la proposta dell’opposizione di sospensione la delibera di giunta che attestava la disparità dei costi mensa tra i residenti e i non. Voto contrario dell’intera maggioranza.

Pino Coscione consigliere di centrodestra propose il documento nel consiglio di martedì scorso: «Al 16 settembre avete ancora insistito a dichiarare con firma dell’ufficio scolastico che si potevano acquistare i buoni mensa, senza distinzione di residenza. Il provvedimento è tardivo, non si può cambiare il prezzo in corso».

«Non condivido assolutamente l’impostazione delle mozione, l’ufficio scolastico non ha modificato il progetto che è a domanda individuale. Il servizio è regolarmente svolto dalla ditta. Prima che la protesta montasse, ho scritto una lettera al Comune di Giugliano che ci ha comunicato i 278 bambini ospitati che rappresentano 100 mila euro di costo per le casse del Comune – sostiene l’assessore Giovanni Granata – con il segretario generale di Giugliano Girolamo Martino valutiamo la compensazione per risolvere la questione in maniera rapida».

Il Pdl dissente apertamente sulla delibera di giunta. Il capogruppo Luigi Sarracino dichiara: «Il cambiamento della tariffa è da anticipare prima dell’apertura delle scuole, mettendo così i genitori davanti ad una scelta. Stiamo equiparando un istituto pubblico ad uno privato».

«Non possiamo paragonare il soggiorno climatico e la mensa scolastica poiché hanno nella quotidianità una necessità diversa per le famiglie. Le difficoltà ci sono per tutti gli enti, è meglio che le amministrazioni si incontrino per trovare soluzioni comuni, piuttosto che pensare sempre e solo a salvaguardare le proprie casse» chiosa il consigliere Francesco Guarino.

Continua la difesa dell’operativo amministrativo da parte del sindaco Francesco Gaudieri «Soltanto nel mese di ottobre il Governo Centrale ha presentato un taglio di 1 miliardo e 600 milioni nei confronti degli enti locali costringendoci a rivedere i nostri assetti di servizi. Credo che la mozione dell’opposizione debba essere discussa dopo l’incontro con il dirigente Martino. Sospenderla fino a lunedi prossimo significa rimandare il discorso solo di 24 ore».