Gli studenti di Giugliano tutti in strada per dire NO al Biocidio

Gli studenti di Giugliano tutti in strada per dire NO al Biocidio

«Chi ha inquinato deve pagare», slogan e striscioni nel corteo verso il Municipio   GIUGLIANO – Studenti in marcia, questa mattina a


«Chi ha inquinato deve pagare», slogan e striscioni nel corteo verso il Municipio

 

GIUGLIANO – Studenti in marcia, questa mattina a Giugliano, per dire NO al Biocidio. Gli istituti superiori De Carlo, Minzoni, Cartesio, Marconi e Galvani si sono dati appuntamento all’ingresso del bocciodromo, nei pressi della villa comunale, dove il corteo si è formato per dirigersi verso il Municipio.

«Assassini in giacca e cravatta», «Noi vogliamo vivere», «Chi ha inquinato deve pagare», questi gli slogan scanditi dalle varie centinaia di giovani che nonostante la minaccia di pioggia sono scesi in strada.

«Abbiamo ufficialmente interrotto le occupazioni – ci dicono i rappresentanti – il nostro intento era quello di far sentire la nostra voce in questa situazione drammatica che il territorio sta vivendo; la manifestazione di stamattina è solo il primo passo, vogliamo essere coinvolti nei processi decisionali, siamo il futuro di Giugliano e non possiamo più subire passivamente le decisioni di chi ha speculato sulla nostra vita».

Il corteo, scortato dalla polizia con una camionetta e due volanti, si dirige verso il centro città. IlMeridianoNews seguirà la manifestazione e la racconterà nei successivi aggiornamenti.

 

Si ringrazia per le foto lo studente Salvatore Palma