Il decreto per la “Terra dei fuochi” al vaglio del Consiglio dei Ministri la prossima settimana

Il decreto per la “Terra dei fuochi” al vaglio del Consiglio dei Ministri la prossima settimana

Previsto il carcere per chi compie reati ambientali. Domani  il Ministro Orlando a Napoli per una nuova iniziativa per la “Terra dei


Previsto il carcere per chi compie reati ambientali. Domani  il Ministro Orlando a Napoli per una nuova iniziativa per la “Terra dei Fuochi”

 

TERRA DEI FUOCHI – Martedì potrebbe essere il giorno tanto atteso per il via libera del Consiglio dei Ministri all’annunciato decreto per la “Terra dei Fuochi”. Un provvedimento che prevede l’applicazione di pene più severe per chi commette reati contro l’ambiente. Non più solo sanzioni e multe, dunque, ma anche il carcere per coloro che appiccano roghi o sversano illegalmente rifiuti tossici e pericolosi.

Nel documento al vaglio della politica romana e presentato dai ministri dell’Ambiente Andrea Orlando e delle Politiche agricole Nunzia De Girolamo, è prevista inoltre la chiara distinzione tra aree “food e quelle “no food”, con la conversione delle colture per i terreni inquinati. Misure a cui si dovrà aggiungere un maggiore controllo e monitoraggio del territorio, anche con l’ausilio dell’Esercito. Ma c’è attesa soprattutto per eventuali disposizioni volte ad accelerare le bonifiche.

Domani, intanto, si svolgerà a Napoli una delle tante iniziative legate alla “Terra dei Fuochi” ed a cui prenderà parte proprio il Ministro dell’Ambiente Andrea Orlando. Un evento contro l’abbandono dei pneumatici realizzato in collaborazione con le due prefetture della regione, i Comuni ed il consorzio Ecopneus.