Inler e doppio Higuain, il Napoli soffre ma batte il Marsiglia e resta in vetta al girone

Inler e doppio Higuain, il Napoli soffre ma batte il Marsiglia e resta in vetta al girone

NAPOLI – Vittoria importantissima per il Napoli che in un San Paolo vestito a festa supera soffrendo l’Olimpique Marsiglia per 3-2 nella


NAPOLI – Vittoria importantissima per il Napoli che in un San Paolo vestito a festa supera soffrendo l’Olimpique Marsiglia per 3-2 nella quarta giornata del girone di Champions.
In attacco Benitez preferisce Mertens e Pandev ad Insigne ed Hamsik, inamovibili Callejon ed Higuain. Sulla mediana fuori Behrami, è Dzemaili a fare coppia con Inler. Davanti a Reina confermati Fernandez ed Albiol, esterni obbligati con Maggio ed Armero.

Prima azione buona per il Napoli al 6′, Callejon serve Mertens che ci prova con il destro a giro ma manca il bersaglio. Quattro minuti dopo è però il Marsiglia a portarsi avanti, su corner è Andrè Ayew a staccare meglio di tutti e ad anticipare Maggio battendo Reina con un preciso colpo di testa.

Il Napoli è scosso ma trova presto le energie nervose per reagire e si porta in attacco; minuto 22, corner di Mertens sul secondo palo dove si fa trovare libero Fernandez, testata forte su cui si oppone Mandanda, la respinta finisce fuori area dove Inler stoppa di petto e al volo lascia partire un sinistro preciso che fa secco il portiere francese e ristabilisce l’equilibrio: gran gol per lo svizzero, e bella dedica con la maglietta dello sfortunato Mesto.

Bastano solo due giri di lancette e gli azzurri ribaltano il risultato portandosi in vantaggio: Inler sradica un pallone a centrocampo e serve Callejon che da destra lancia Pandev, testa del macedone deviata da Diawara, pallone che finisce comunque ad Higuain che ha il tempo di mirare e battere nuovamente Mandanda.

Al 39′ il Napoli è ancora pericoloso, bella azione di prima al limite dell’area, servizio per Mertens tutto solo sulla fascia destra, servizio di prima verso Higuain che sfiora il palo; tutto però sarebbe stato vanificato dalla chiamata per un inesistente fuorigioco dell’ala belga. Il Napoli cala il ritmo ed amministra, si va il riposo senza ulteriori sussulti.

Si riparte con un Marsiglia ancora aggressivo, Thauvin si rende pericoloso con un destro fuori di poco, i francesi sembrano avere più energie mentre gli azzurri soffrono oltremodo il pressing.

Al 18′ l’OM trova il pari, cross di Payet sul secondo palo, Armero è in vantaggio ma il suo intervento è disastroso, ne approfitta Thauvin che trova il tocco giusto per insaccare il 2-2. Benitez corre ai ripari, fuori un opaco Pandev sostituito da Marek Hamsik.

Napoli ancora in sofferenza, ma alla mezz’ora arriva la fiammata giusta: difesa francese ancora altissima, Hamsik è in fuorigioco ma non Mertens che si infila bene e si fa trovare pronto sul lancio di Fernandez, perfetto l’assist al centro per Higuain che riporta il Napoli avanti con la sua doppietta personale.

Dentro Insigne per Mertens a sette dalla fine, il napoletano subito pericoloso quando in contropiede si porta la palla sul destro e tira bene a giro, colpendo però il palo.

Due dal termine, Armero sfonda a sinistra, finta su Mandanda che esce a vuoto, ma dopo aver fatto tutto benissimo tira completamente fuori misura e manca il riscatto per una prestazione abbastanza negativa. Dentro Behrami per Dzemaili, Benitez fino in fondo tiene fede al suo schema e non toglie uno degli attaccanti. Tre di recupero, triplice fischio di un ottimo Karasev che fa esplodere il San Paolo. Napoli primo con l’Arsenal che espugna Dortmund, nel gruppo più difficile della Champions la qualificazione è ancora tutta da decidersi.