“Mattone selvaggio” pronti gli ordini di carcerazione per vigili e impiegati comunali

“Mattone selvaggio” pronti gli ordini di carcerazione per vigili e impiegati comunali

L’inchiesta, che fece tremare il Comune di Giugliano nel 2008, portò all’arresto di 23 vigili, 3 geometri dell’ufficio tecnico del Comune e


L’inchiesta, che fece tremare il Comune di Giugliano nel 2008, portò all’arresto di 23 vigili, 3 geometri dell’ufficio tecnico del Comune e 13 imprenditori accusati a vario titolo di associazione a delinquere, corruzione, concussione e falso in atto pubblico

GIUGLIANO – Starebbero per partire gli ordini di carcerazione nei confronti dei vigili e degli impiegati del comune di Giugliano coinvolti nell’inchiesta “mattone selvaggio”. Dopo la conferma delle condanne da parte della Corte di Cassazione e la trasmissione degli atti alla Procura Generale di Napoli competente per l’esecuzione della sentenza, si stanno valutando le posizioni dei singoli condannati.

Secondo indiscrezioni sembra che non verranno detratte dalle singole condanne i tre anni di condono previsti dall’indulto del 2006. Una recente sentenza della Suprema Corte ne esclude infatti, l’applicabilità anche nei reati satelliti o collegati al reato di associazione per delinquere stante la permanenza sino alla sentenza di primo grado.

Nel caso dei vigili la sentenza di condanna di primo grado che interrompe l’associazione per delinquere è intervenuta successivamente al maggio del 2006. Le pene elevate non consentono le sospensioni e pertanto la maggior parte dei condannati dovrà ritornare in carcere.