Melito, dopo il bilancio si pensa al rimpasto

Melito, dopo il bilancio si pensa al rimpasto

Tanti i nomi che circolano in queste ore per la nuova squadra   MELITO – Cambi di giunta in vista all’interno dello


sindaco di Melito

Tanti i nomi che circolano in queste ore per la nuova squadra

 

MELITO – Cambi di giunta in vista all’interno dello schieramento di centro-sinistra guidata da Venanzio Carpentieri.

Dopo l’approvazione del bilancio di previsione discusso in aula tra fine novembre ed inizio dicembre gli assessori tecnici potrebbero lasciare spazio ad altri. La politica, potrebbe tornare protagonista anche all’interno della squadra di governo.

Nelle scorse settimane sono state avviate le trattative tra i partiti dello schieramento riformista ed il sindaco sulla composizione della nuova giunta. E’ in particolar modo il Pd che ha conseguito oltre 4000 voti alle ultime amministrative a reclamare spazio e a maggior ragione ora che Carpentieri è divenuto il nuovo segretario provinciale democratico.

Ecco alcuni nomi che circolano in queste ore: Marina Mastropasqua, attuale consigliere comunale Pd e ritenuta vicina al sindaco, potrebbe assumere il ruolo di vicesindaco plenipotenziario visto il nuovo impegno al quale l’attuale fascia tricolore deve far fronte. Stefano Rostan capogruppo democratico in assise e Nino Masella, potrebbero invece guidare rispettivamente gli assessorati ai Servizi Sociali e all’Urbanistica.

Per quanto concerne le altre forze della maggioranza si fanno varie ipotesi. Mario Bellotta, potrebbe far parte della squadra come rappresentate della lista “Melito Adesso. Francesco Ferraro della lista “Per Melito Carpentieri Sindaco’’ dopo aver ricoperto durante la scorsa consiliatura Carpentieri e precedentemente con Gianpiero Di Gennaro lo stesso ruolo, potrebbe ridiventare assessore alla Pubblica Istruzione.

Qualche chances potrebbe averla anche Gennaro Maisto dei “Moderati per Carpentieri’’ anche se il diretto interessato glissa. In questo quadro, ad essere confermati come assessori tecnici potrebbero essere Angelo Zammartino, Assessore all’Ambiente e Giovanni Mignano titolare dell’assesorato ai Lavori Pubblici.

«Non entro nel merito dei nomi che potrebbero far parte della nuova giunta se fosse vero che ci saranno delle variazioni. Dico soltanto che sul piano politico il sindaco è stato messo alle strette dalla sua stessa maggioranza già all’inizio di quest’avventura, quando Carpentieri decise di affidarsi ad un esecutivo tecnico. A mio modo di vedere 6 mesi non è un arco di tempo sufficiente per giudicare l’operato di un assessore» dichiara Luciano Mottola della lista di minoranza Melito Nel cuore.