Mugnano, il Pd plaude alla bocciatura della convenzione sul piano sociale di zona. Sarnataro «Evitata la solita politica clientelare»

Mugnano, il Pd plaude alla bocciatura della convenzione sul piano sociale di zona. Sarnataro «Evitata la solita politica clientelare»

Sotto accusa le linee riguardanti l’assunzione di personale esterno senza concorso MUGNANO – Non si placa la polemica sul Piano Sociale di


Sotto accusa le linee riguardanti l’assunzione di personale esterno senza concorso

MUGNANO – Non si placa la polemica sul Piano Sociale di Zona, il Pd concorda con l’ufficio comunale che ha bocciato la convenzione «E’ stato evitato il tentativo di assunzioni clientelari». Secondo il partito di centrosinistra il documento firmato anche dai Comuni dell’ambito contiene diverse infrazioni della normativa vigente. «Nell’accordo si prevedeva di assumere personale senza concorso a tempo indeterminato o tempo determinato rinnovabile per 3 anni, qualora non fosse a possibile impiegare personale con esperienza nel campo del settore assistenziale. – afferma il capogruppo del Pd Luigi Sarnataro – Inoltre il sindaco Giovanni Porcelli ha messo nero su bianco un’ accordo senza chiedere il parere del titolare dell’ufficio affari generali Claudio Taraschi.».

Secondo la convezione ognuno dei cinque Comuni avrebbe dovuto assumere una figura con una comprovato esperienza nel settore. Bocciato il tentativo intercomunale, nei prossimi giorni dovrà essere ufficializzata la nomina del commissario per la gestione delle politiche assistenziali dell’ambito N16 Melito, Villaricca, Calvizzano, Qualiano, Mugnano.