Mugnano privatizzazione della multiservizi, il centrodestra accusa il sindaco Porcelli della passata cattiva gestione

Mugnano privatizzazione della multiservizi, il centrodestra accusa il sindaco Porcelli della passata cattiva gestione

I dubbi principali vertono attorno alla tipologia di contratto dei 15 operai MUGNANO – Alla notizia dell’imminente privatizzazione della multiservizi Munianum, il


I dubbi principali vertono attorno alla tipologia di contratto dei 15 operai

MUGNANO – Alla notizia dell’imminente privatizzazione della multiservizi Munianum, il centrodestra ne ricorda la cattiva gestione dell’attuale amministrazione e della precedente, ad unire questi due momenti amministrativi è Giovanni Porcelli: amministratore alla nascita della società pubblica e sindaco oggi. Attorno alla nuova gestione dei servizi comunali c’è il grande punto interrogativo sulle ore di lavoro dei 15 lavoratori.

L’ex candidato sindaco dei moderato Mario Mauriello mette in risalto anche i precedenti penali di Alfredo Romeo (tre anni ad per corruzione ndr) ‹‹L’affidamento a terzi dei servizi è di per sè un fatto positivo. Quando si gestisce male una partecipata da Amministratore prima e poi da Sindaco l’unica soluzione possibile è l’affidamento a società serie. Parliamo del gruppo Romeo? Sbaglio o è assurto agli onori di cronaca napoletana qualche anno fa? Mi verrebbe da dire “dubito ergo sum” vigileremo, vigileremo››.

‹‹Con questo passaggio certifichiamo il doppio fallimento di Porcelli sia come ex presidente sia come primo cittadino. Ha gestito la Munianum per sei mesi percependo anche un compenso di 60 mila. – ha affermato il capogruppo del Pdl Vincenzo Cardone – Ad oggi non sappiamo che tipo di contratti avranno i lavoratori. La nostra paura è che si arrivi ad un part-time e ad riduzione dello stipendio››.