Terra dei Fuochi, rifiuti tossici anche nelle terre della Chiesa. Sepe annuncia una mappatura dei terreni

Terra dei Fuochi, rifiuti tossici anche nelle terre della Chiesa. Sepe annuncia una mappatura dei terreni

Intervista al Cardinale ai microfoni di RadioUno: “Sequestrati appezzamenti anche di proprietà del Clero”   NAPOLI – Anche la Chiesa fa un “mea


Intervista al Cardinale ai microfoni di RadioUno: “Sequestrati appezzamenti anche di proprietà del Clero”

 

NAPOLI – Anche la Chiesa fa un “mea culpa” sulla Terra dei Fuochi. E annuncia, per il tramite del Cardinale Sepe, una mappatura di tutti i terreni di proprietà del clero presenti nella Regione Campania. Molti, infatti, sarebbero gli appezzamenti della Chiesa sottoposti a sequestro dove sono stati rinvenuti rifiuti tossici. Appezzamenti affidati a terzi, ma su cui la Curia avrebbe dovuto vigilare e non l’ha fatto.

Le dichiarazioni di Crescenzio Sepe, intervistato stamattina ai microfoni di RadioUno Rai, all’interno del programma “Prima di tutto”, non si sono fermate qui. Il Cardinale ha infatti espresso parole di dura condanna per chi sotterra i rifiuti tossici e inquina le acque, definendo gli autori dei crimini ambientali ”non cristiani”. Infine, dichiarazioni di sostegno a tutti i genitori che hanno perso i propri figli per tumore, rispetto ai quali la Chiesa “ha il dovere di alimentare il sentimento di fiducia dei cittadini nella giustizia”.