Villaricca, comunità per minorenni a rischio chiusura. Mugnano e Caserta non pagano le rette per i loro concittadini ospitati

Villaricca, comunità per minorenni a rischio chiusura. Mugnano e Caserta non pagano le rette per i loro concittadini ospitati

I dipendenti della Arva Onlus pagano le utenze, anticipando i soldi di tasca propria. VILLARICCA – La Comunità alloggio per minorenni “Il


I dipendenti della Arva Onlus pagano le utenze, anticipando i soldi di tasca propria.

VILLARICCA – La Comunità alloggio per minorenni “Il Colibrì in volo” rischia la chiusura perché i Comuni di appartenenza dei ragazzi ospitati, non pagano il contributo di sostegno da quasi un anno. La struttura villaricchese accoglie tre ragazze mugnanesi e una giovane casertana. Sono proprio questi enti che devono pagare una retta omnicomprensiva per vitto, alloggio, libri per la scuola, medicine, abbonamento per il pulmino scolastico, vestiario, corso di musica e canto.

La responsabile della comunità Silvana Fiorino ha dichiarato «I dipendenti della Comunità hanno anticipato i pagamenti per le utenze a cui giornalmente va incontro una normale famiglia. Speriamo, quindi che gli organi politici e quelli deputati al pagamento delle nostre spettanze si rendano al più presto conto della grave situazione venutasi a creare, certamente non per nostra inadempienza, e si decidano al più presto a pagare almeno parte di quanto dovuto. Siamo da 15 anni su questo territorio e alle ragazze che oggi ospitiamo siamo affezionati. Le ragazze non sono “pacchi” da spostare da una casa all’altra. Non permetteremo a nessuno di farci chiudere! ».

salone colibrìA fronte della grave situazione della comunità è intervenuto l’imprenditore Peppe Trinchillo che ha organizzato un cena-spettacolo di beneficenza per il 29 novembre in un noto ristorante di Villaricca. «In un sistema che mette al primo posto il profitto e non la persona, la responsabilità morale di chi non condivide questo pensiero è quello di fare ognuno, per quello che gli compete la sua parte» conclude Trinchillo.

Pesano sull’intera vicenda le enormi difficoltà di cassa delle amministrazioni comunali e i mancanti trasferimenti da parte della Regione Campania in merito alle politiche sociali. Quest’ultima deve circa 2 milioni di euro all’ambito N1 del Piano Sociale di Zona che comprende i Comuni di Mugnano, Villaricca, Calvizzano, Melito e Qualiano. E’ di queste ore la notizia dell’arrivo del Commissario a fronte della mancata validità della convenzione firmata la scorsa settimana dalle amministrazioni comunali per evitare il commissariamento.