Villaricca, infissi e muri fatiscenti nel palazzo comunale

Villaricca, infissi e muri fatiscenti nel palazzo comunale

VILLARICCA – L’aula consiliare di Villaricca torna al centro dell’attenzione politica. A catalizzare l’interesse, questa volta, non sono i dibattiti incandescenti dell’ultima assise ma le condizioni fatiscenti in cui versano la sala e la facciata del palazzo comunale e che hanno indotto i componenti della minoranza, alcuni giorni fa, a protocollare una richiesta di messa in sicurezza all’Ufficio tecnico.


A denunciare lo stato precario della struttura e dei locali è il consigliere Tobia Tirozzi: «C’è il rischio che qualcuno si possa far male ed è necessario intervenire per garantire l’incolumità di coloro che tutti i giorni lavorano presso la casa comunale, nonché dei cittadini che la frequentano per i vari adempimenti burocratici, senza dimenticare i convegni che si tengono abitualmente nell’aula consiliare e che radunano molte persone».

Preoccupano soprattutto le crepe e la caduta di intonaco dal soffitto. Ma il problema riguarda anche le porte-finestre, ormai logore e sul punto di cadere a pezzi, ed il balcone del primo piano, altrettanto mal ridotto a causa dell’intonaco che si sta progressivamente sgretolando. Le parole d’ordine per la minoranza sono ‘’ristrutturazione immediata e messa in sicurezza’’.

«Solo dopo aver attuato questi indispensabili interventi si potrà parlare di restyling del palazzo comunale per un progetto di più ampio respiro – continua Tirozzi – , ma l’amministrazione continua a dimostrare che non sta facendo nulla, se non sopperire a somme urgenze. Non ci sono progetti seri e si aspetta che siano i cittadini o la minoranza a sollecitare  le diverse azioni. La riprova di questa inefficienza è la sfiducia nei confronti di un assessore come Cacciapuoti che lavora seriamente sul territorio». E proprio l’attuale assessore ai Lavori Pubblici ha dichiarato che si riserverà di replicare alla minoranza dopo aver valutato le richieste inoltrate, confrontandosi sulla questione con il sindaco Francesco Gaudieri.