31 dicembre, gli impiegati se la prendono di festa. Al Comune uffici aperti solo un’ora

31 dicembre, gli impiegati se la prendono di festa. Al Comune uffici aperti solo un’ora

Uno stringato avviso sul muro di ingresso comunica l’apertura al pubblico dalle 9 alle 10. Cittadini infuriati. E sul sito ufficiale non


Uno stringato avviso sul muro di ingresso comunica l’apertura al pubblico dalle 9 alle 10. Cittadini infuriati. E sul sito ufficiale non c’è traccia di comunicati ufficiali

 

GIUGLIANO – Il giorno della vigilia si lavora anche prima dell’agognato cenone di fine anno? Di certo non al Comune di Giugliano. I cittadini che nella giornata di oggi si sono recati dinnanzi all’ingresso del Palazzo di Corso Campano hanno infatti trovato le porte chiuse. Uno stringato avviso affisso sul muro d’entrata recitava che “nel giorno 24 e 31 dicembre 2013 gli uffici comunali osserveranno il seguente orario di servizio: dalle ore 8 alle ore 11” e che “il pubblico avrà accesso agli ufficili dalle ore 9 alle 10”.

Insomma, per chi avesse urgenza di recarsi all’Anagrafe, o all’Ufficio Tributi, o alla stanza dei commissari per un’istanza, non può farlo se non in quei 60 minuti. E ciò nonostante debbano essere garantiti i servizi essenziali in un giorno che è considerato lavorativo dalla legge. Già, perché, anche se è prassi da parte dei Comuni ridurre gli orari di lavoro nei giorni immediatamente precedenti a feste importanti come Natale e Capodanno, la riduzione viene però di solito disposta con ordinanza, stabilendo, se il contratto pubblico lo prevede, anche i modi e i tempi con i quali il monte ore perdute viene recuperato dai dipendenti nel corso dell’anno lavorativo.

Nessuna traccia di provvedimenti risulta dallo stringato comunicato diramato ai cittadini, che non cita ordinanze né circostanzia le ragioni della riduzione degli orari di accesso agli uffici comunali. Situazione, questa, che alimenta più di un dubbio sulla correttezza della procedura eseguita e solleva la reazione indignata di alcuni cittadini. “Dovevo recarmi all’Ufficio di Stato Civile per una pratica urgente – ha dichiarato un cinquantenne respinto alla porta dall’usciere – ma dovrò attendere il 2 gennaio perché alle 9 di stamane mi era impossibile venire al Comune”. “Oggi è giornata di lavoro nel calendario, non capisco perché i dipendenti comunali debbano concedersi una festività in più. I commissari sanno di questa scelta?”, si lamenta una cittadina.

Insomma, danno erariale o cattiva comunicazione? Difficile per ora avere una risposta. A gettare altra benzina sul fuoco, intanto, anche le modalità poco trasparenti con cui è stata avvertita la cittadinanza del temporaneo disagio. Sul sito ufficiale del Comune di Giugliano, infatti, non è scaricabile nessun avviso. Facile, dunque, che un cittadino scopra l’amara verità solo quando legge l’avviso affisso dinnanzi all’ingresso della Casa Comunale restando con un pugno di mosche in mano.