Anche “Rossopomodoro” contro la Terra dei Fuochi: «I nostri prodotti vengono da fuori»

Anche “Rossopomodoro” contro la Terra dei Fuochi: «I nostri prodotti vengono da fuori»

Comunicato choc della Sebeto. Dopo il caso Pomì, questa volta l’attacco proviene da una ditta campana   NAPOLI – La Sebeto, società


Comunicato choc della Sebeto. Dopo il caso Pomì, questa volta l’attacco proviene da una ditta campana

 

NAPOLI – La Sebeto, società di ristorazione che gestisce la catena “Rossopomodoro”, ha affisso un comunicato all’esterno dei propri locali dove specifica che i suoi prodotti non provengono dalla Terra dei Fuochi, ma dalla provincia di Salerno, dalla Puglia, dal Molise e dall’Abbruzzo.

Come se non bastasse, la catena di ristoranti tiene anche a specificare che la mozzarella con cui viene condita la pizza è realizzata con latte di bufala che non proviene dai comuni a Nord di Napoli.

L’iniziativa da parte della Sebeto segue quella choc della Pomì che ha scatenato un’ondata di polemiche poche settimane fa. Ma mentre nel caso Pomì l’azienda responsabile dell’attacco “nordista” era settentrionale, in questo caso, invece, il “fuoco amico” proverrebbe da una ditta del Sud.