Assistenza all’infanzia, a rischio i fondi governativi. Domani l’incontro decisivo fra i sindaci dell’hinterland

Assistenza all’infanzia, a rischio i fondi governativi. Domani l’incontro decisivo fra i sindaci dell’hinterland

Da scongiurare la perdita di un milione e mezzo di euro. Con queste risorse i Comuni potranno dotarsi di servizi socio-assistenziali  


Da scongiurare la perdita di un milione e mezzo di euro. Con queste risorse i Comuni potranno dotarsi di servizi socio-assistenziali

 

HINTERLAND – Domani mattina i sindaci dell’ambito sociale di zona si incontreranno in prefettura per il problema Piano di Azione e di Coesione. E’ l’ultimo tentativo per impedire la perdita del milione e mezzo dei fondi governativi per l’assistenza all’infanzia e agli anziani non-autosufficienti. Mugnano, Calvizzano, Melito, Villaricca e Qualiano dovranno trovare la quadra.

Il nuovo piano prevede la copertura dal 2013 al 2015. Con queste risorse aggiuntive i Comuni potranno dotarsi di servizi e strutture socio assistenziali, colpite dall’austerity dei Governi centrali. Molte attuali amministrazioni inserirono nel loro programma elettorale punti focali come gli asili nido, aumento dei servizi socio-educativi, assistenza domiciliare alle fasce meno abbienti. Con la perdita del finanziamento dei Pac, tutto questo potrebbe divenire un miraggio.

Il primo a lanciare l’allarme sulla questione è stato il rappresentante della Camera del Lavoro dell’Area Nord Gerardo Vitale “Capisco che gli enti vivono un momento di difficoltà nella gestione, ormai si boccheggia a fronte delle mancanze nell’organico nel pubblico. Paghiamo la follia di non poter della Legge Brunetta che impone l’introduzione di un dipendente al fronte di cinque pensionamenti. Oggi molti sono al 50 percento del personale senza poter fare assunzioni a termine finalizzata a progetti. In caso di perdita sarà difficile individuare le responsabili singole tra i dirigenti comunali e amministratori”.