Calvizzano, 8 mila euro per rimuovere l’amianto ed altri rifiuti speciali dalle strade periferiche

Calvizzano, 8 mila euro per rimuovere l’amianto ed altri rifiuti speciali dalle strade periferiche

Intervento in Via Croce, via Otto Marzo, via De Filippo, via Vittorio Emanuele, nella strada dell’Alveo e all’ingresso dell’isola ecologica   CALVIZZANO


Intervento in Via Croce, via Otto Marzo, via De Filippo, via Vittorio Emanuele, nella strada dell’Alveo e all’ingresso dell’isola ecologica

 

CALVIZZANO – Via alle operazioni di rimozione dell’amianto e di altri rifiuti speciali ammassati lungo le strade periferiche di Calvizzano. Con una spesa di oltre 8 mila euro, l’amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Salatiello ha disposto il prelievo, il trasporto e lo smaltimento di materiali inquinanti presenti in Via Croce, via Otto Marzo, via De Filippo, via Vittorio Emanuele, nella strada adiacente l’Alveo e all’ingresso dell’isola ecologica, che da tempo versa in uno stato di abbandono. Zone cosiddette critiche della città, dove lo sversamento indiscriminato di rifiuti pericolosi sembra essere inarrestabile e fuori controllo.

L’intervento straordinario per la pulizia e la bonifica delle strade sarà affidato alla “Perna Ecologia” di Marigliano, una delle ditte di fiducia dell’ente calvizzanese. Ad essere prelevati saranno materiali di risulta di provenienza edile, guaine bituminose, amianto ed inerti.

Il degrado delle periferie è un problema che a Calvizzano si trascina da tempo. Molte le proteste dei residenti e dei comitati cittadini, che hanno spesso invocato maggiori controlli e l’uso di efficaci strumenti di videosorveglianza. Una piaga che si spera possa essere arginata, a Calvizzano e nel resto dell’hinterland, dalle recenti misure decise dal Governo per contrastare i reati ambientali.