Giugliano, i Commissari pronti alla riqualifica dei beni confiscati alla Camorra

Giugliano, i Commissari pronti alla riqualifica dei beni confiscati alla Camorra

La Commissione ha chiesto di presentare progetti ai privati e alle associazioni no- profit GIUGLIANO – La Commissione Straordinaria Prefettizia accetterà le


La Commissione ha chiesto di presentare progetti ai privati e alle associazioni no- profit

GIUGLIANO – La Commissione Straordinaria Prefettizia accetterà le proposte per la rivalutazione dei beni confiscati. L’avviso è stato emanato per capire le idee di utilizzo e di destinazione degli immobili sequestrati ai clan. Secondo le disposizioni comunali potranno partecipare singoli cittadini o associazioni senza scopo di lucro. Entro il 24 dicembre gli interessati dovranno protocollare il piano d’interventi per le strutture. Le proprietà sequestrate delle varie zone della città dovranno avere una destinazione ben specifica.

La gran parte degli immobili sono situati nel Parco Rea. Prevista la creazione del distretto Asl Napoli Nord 2 nelle 21 unità immobiliari. Massiccia la presenza dei villini a schiera: 27 da destinare alla nascita di centro sociale polifunzionale e un socio-integrativo per disabili. Disponibile anche un autosalone a disposizione dei futuri gestori per centri di accoglienza.

I tre appartamenti in vico Chiariello dovranno essere destinati ad associazioni onlus. Peri i 5 locali in via Dante Alighieri sono previsti usi diversificati a seconda della tipologia: il locale al piano terrà per l’asilo nido; ai tre appartamenti e la rimessa toccherà l’uso sociale o istituzionale. Previste delle attrezzature sportive sul terreno agricolo in via Domitiana.