Terra dei Fuochi, i comitati: no alla militarizzazione delle nostre città

Terra dei Fuochi, i comitati: no alla militarizzazione delle nostre città

L’accusa della cittadinanza: «Il decreto è privo di legittimità popolare»  Il decreto sulla Terra dei Fuochi non convince, per come è strutturato,


L’accusa della cittadinanza: «Il decreto è privo di legittimità popolare»

 Il decreto sulla Terra dei Fuochi non convince, per come è strutturato, i Comitati civici, soprattutto per la parte che riguarda l’invio dell’esercito sul territorio di Napoli e provincia.

Il decreto, afferma la Rete Commons, è «privo di legittimità popolare. Siamo contro ogni provvedimento che preveda l’invio dell’esercito e la militarizzazione del territorio, già vista negli anni dell’emergenza rifiuti con pessimi risultati. Siamo contro un decreto che non entra nel merito del ritiro del bando dell’inceneritore a Giugliano – prosegue ugue il Comitato – e siamo anche contro un decreto che non tutela l’agricoltura di qualità e lascia i contadini dei terreni inquinati al ricatto delle ecomafie senza sostenerli».