Isola pedonale natalizia, a Marano i commercianti attaccano l’amministrazione

Isola pedonale natalizia, a Marano i commercianti attaccano l’amministrazione

Il presidente dell’Ascom: «tutte le spese a nostro carico; il comune ha finanziato solo due associazioni, forse si tratta di qualche cambiale


Il presidente dell’Ascom: «tutte le spese a nostro carico; il comune ha finanziato solo due associazioni, forse si tratta di qualche cambiale elettorale»

MARANO – L’isola pedonale natalizia non è neanche partita e già sono iniziate le polemiche. Il ricco calendario di eventi, previsto per tutto il periodo natalizio tra le strade del centro (via Merolla, c.so Umberto e c.so Italia), è stato organizzato dal Comune e, come ha spiegato al nostro giornale il consigliere Astarita, in collaborazione con l’Ascom.

Proprio su quest’ultimo punto è scoppiata la polemica di una parte di commercianti. «Voglio precisare che il patrocinio del Comune è unicamente morale – tuona Fausto Sarracino, presidente dell’Ascom – Tutte le spese sono state sostenute unicamente dai commercianti. L’amministrazione cittadina non ha voluto dare un aiuto economico neanche alle associazioni di volontariato – continua il rappresentante dei commercianti – Le uniche associazioni che hanno pagato sono state “Musica e passione” e “Musica e canto”. Come mai? Forse dovevano pagare una qualche cambiale elettorale».

I commercianti, insomma, ci tengono a precisare che, se quest’anno è stata organizzata l’isola pedonale, è soprattutto grazie al loro impegno. Ma la polemica non finisce qui. Sono, infatti, sul piede di guerra i commercianti del centro esclusi dal calendario delle iniziative natalizie. «Sono rimasti esclusi tutti i commercianti di c.so Mediterraneo e c.so Europa – spiega il presidente dell’Ascom – sappiamo che quella zona non può essere adibita a isola pedonale, ma almeno poteva essere inserita nel calendario degli eventi. Lo abbiamo chiesto più volte al Comune – conclude – senza mai ricevere una risposta in merito».