“Mattone Selvaggio”, si costituiscono due vigili urbani. Partiti gli ordini di carcerazione

“Mattone Selvaggio”, si costituiscono due vigili urbani. Partiti gli ordini di carcerazione

Scattano i provvedimenti dopo che la Corte di Cassazione ha confermato la sentenza del gip emessa nel giudizio abbreviato richiesto dalle parti


Scattano i provvedimenti dopo che la Corte di Cassazione ha confermato la sentenza del gip emessa nel giudizio abbreviato richiesto dalle parti

 

CASSINO – Si sono costituiti stamattina presso il carcere di Cassino, Antonio Basile e Raffaele Sodano, due dei vigili urbani di Giugliano condannati nel processo “Mattone Selvaggio”. Ricoverato presso una struttura ospedaliera invece Giuseppe Taglialatela.

L’inchiesta, nel 2008 fece tremare il Comune di Giugliano e portò all’arresto di 23 vigili, 3 geometri dell’ufficio tecnico del Comune e 13 imprenditori accusati a vario titolo di associazione a delinquere, corruzione, concussione e falso in atto pubblico.

Dopo la conferma delle condanne da parte della Corte di Cassazione e la trasmissione degli atti alla Procura Generale di Napoli competente per l’esecuzione della sentenza, sabato sono partiti gli ordini di carcerazione.

Non verranno detratte dalle singole condanne i tre anni di condono previsti dall’indulto del 2006. Una recente sentenza della Suprema Corte ne esclude infatti, l’applicabilità anche nei reati satelliti o collegati al reato di associazione per delinquere stante la permanenza sino alla sentenza di primo grado.