Melito, il 16 dicembre scadrà il termine di pagamento dell’Imposta Municipale Unica

Melito, il 16 dicembre scadrà il termine di pagamento dell’Imposta Municipale Unica

L’assessore al bilancio Zanardi: «non abbiamo aumentato l’imposta per le abitazioni principali» MELITO – Lunedì 16 dicembre scadranno i termini per il


L’assessore al bilancio Zanardi: «non abbiamo aumentato l’imposta per le abitazioni principali»

MELITO – Lunedì 16 dicembre scadranno i termini per il pagamento dell’Imposta Municipale Unica relativa alla città di Melito. Il calcolo per l’anno 2013, fanno sapere dall’ente comunale, si riferiscono alle aliquote applicate dal Commissario Straodinario, con delibera, del 24 aprile 2013.

Per le abitazioni principali, il calcolo dell’imponibile è dello 0,40% mentre per tutte le altre abitazioni di 0,96%. A tali imposte, sono soggetti i proprietari di terreni ed immobili, ovvero i titolari del diritto di usufrutto, uso o abitazione così come il coniuge non proprietario assegnatario dell’immobile a seguito di separazione.Dal pagamento dell’Imu, saranno invece esentate le abitazioni principali, i terreni agricoli e le fabbriche rurali, mentre è previsto il pagamento per le abitazioni di tipo signorile, le abitazioni in ville oltre a castelli, palazzi di valore artistico e storico (categorie catastali A1, A8 e A9).

«A Melito, sull’abitazione principale, non c’è stato aumento dell’aliquota per l’imposta Municipale Unica dell’anno 2013» afferma l’assessore alle Finanze Felicia Zanardi. Inoltre, continua l’assessore «ci sarà una detrazione di 50 euro per ogni figlio sino al compimento dei 26 anni di età che dimora abitualmente nell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale fino ad un massimo di 400 euro.

Per i fabbricati ad uso produttivo è stata invece applicata un’aliquota dello 0,96%.

Tutto ciò presuppone, per le entrate nel bilancio di previsione 2013, un aumento di gettito complessivo di circa di 4 milioni di euro. Anche in questo caso, come Comune, si è cercato di venire incontro alle esigenze dei cittadini tenendo presente le difficoltà economiche del momento. La questione ora, è capire cosa per l’anno venturo vorrà fare lo Stato centrale anche sull’Imu».