Melito, rientrato l’allarme sulla refezione scolastica

Melito, rientrato l’allarme sulla refezione scolastica

I dirigenti della Sistesi Srl. «già apportate migliorie al servizio»  MELITO – Sembrano cessate le polemiche sulla refezione nelle scuole dell’infanzia ed


I dirigenti della Sistesi Srl. «già apportate migliorie al servizio»

 MELITO – Sembrano cessate le polemiche sulla refezione nelle scuole dell’infanzia ed elementari del territorio.

Alcuni giorni fa infatti, diversi genitori, soprattutto della scuola elementare “Antonio De Curtis’’, avevano sollevato dubbi sulla qualità del cibo che quotidianamente i loro bambini consumano nella mensa scolastica e fornito dalla Sistesi Srl. che si occupa del servizio dallo scorso 25 novembre.

Gli stessi genitori, preoccupati, avevano anche incontrato il sindaco Venanzio Carpentieri chiedendo di seguire la vicenda. Alcuni di loro erano pronti ad avviare anche una class action se le cose non fossero state affrontate e risolte.

«Capisco la preoccupazione di un genitore per come mangia il proprio figlio a scuola. Noi ci limitiamo a far rispettare le norme sulla mensa ed insegnare ai bambini lo stare insieme anche al momento del pranzo» afferma il preside dell’”Antonio De Curtis’’ Sossio Di Costanzo.

«C’è da dire – prosegue il direttore – che qui reali casi di intossicazione non ce ne sono stati al contrario di quanto avvenne l’anno scorso a Quarto con la ditta che precedentemente gestiva il servizio. Ci fu qualche episodio sporadico ma non abbiamo la certezza che fosse a causa della cattiva alimentazione perché in quei giorni girava una forma d’influenza che colpì diversi bambini».

Comunque, conclude Di Costanzo «ogni giorno diverse mamme, a turno, assaggiano i pasti dei propri figli cucinati dalla Sistesi che tra l’altro ringrazio per la collaborazione. Inoltre, noi teniamo un diario nel quale i genitori annotano, dopo l’assaggio, la qualità del cibo offerto».

Proprio la Sistesi ha tenuto a precisare di aver apportato alcune migliorie al servizio.

«Adesso i pasti vengono serviti in grandi contenitori di acciaio (lavati e sterilizzati) per evitare che il cibo arrivi scotto e freddo. Abbiamo anche deciso, ad esempio, di utilizzare al posto dei pelati una polpa di pomodoro perché meno acidula; stessa cosa per l’olio extravergine» affermano alcuni dipendenti della società di refezione.

Anche i genitori confermano il miglioramento del servizio.

«Abbiamo constatato di persona e la mensa ci è parsa all’avanguardia, con un ambiente ed un personale accogliente. Il cibo è di ottima qualità ed il servizio altrettanto buono. Ci sentiamo ora più rinfrancati soprattutto per i nostri figli».