Revocato il commissariamento del Piano Sociale di Zona. Spiraglio per i fondi Pac

Revocato il commissariamento del Piano Sociale di Zona. Spiraglio per i fondi Pac

Il Governatore Caldoro non ha individuato il funzionario entro i 30 giorni stabiliti. Lunedì sarà presentato il progetto per ottenere il milione


mugnano villaricca qualiano calvizzano melito commissariamento ambito n16

Il Governatore Caldoro non ha individuato il funzionario entro i 30 giorni stabiliti. Lunedì sarà presentato il progetto per ottenere il milione e mezzo per i Piano d’Azione e Coesione

HINTERLAND – La Regione Campania non invierà il commissario ad acta per l’attuazione del Piano Sociale di Zona. Nei trenta giorni previsti dalla norma il governatore Stefano Caldoro non ha designato la figura del tecnico, previsto nella delibera emanata il 4 novembre. Si profila una nuova speranza per ottenere in breve tempo i fondi per l’assistenza socio-sanitaria alle fasce più deboli.

I Comuni di Mugnano, Villaricca, Melito, Calvizzano e Qualiano hanno approfittato della nuova evoluzione, dando indirizzo ai propri funzionari di lavorare ad una nuova convenzione dell’ambito. Buone notizie anche per l’aggiudicazione del milione e mezzo di fondi per il Piano di Azione Coesione, destinati all’infanzia e agli anziani: la mezzanotte di lunedì sarà l’ultima data utile per la presentazione del progetto per ricevere i fondi dal Governo. Anche su questo versante gli uffici intercomunali stanno mettendo appunto delle misure ad hoc.

«Abbiamo la possibilità per rimodulare l’ambito sociale. La settimana prossima continueremo il confronto serrato all’interno per definire il continuamento, tutti abbiamo capito che c’è bisogno di una riorganizzazione.  – ha affermato il sindaco di Mugnano Giovanni Porcelli – Entro lunedì mattina ci vedremo con i sindacati e dopo poche ore invieremo la documentazione per partecipare ai Pac».

«Noi talloneremo gli enti per farli mantenere le promesse fatte. Le fasce deboli non devono essere ulteriormente penalizzate da questa politica regionale di tagli alla spesa» ha dichiarato Gerardo Vitale  rappresentante della Camera del Lavoro dell’Area Nord Cgil