Solo un pari per il Mugnano City sul neutro del “Nuvoletta”. Sulla chiusura del Vallefuoco la società attacca il Comune: «Situazione vergognosa»

Solo un pari per il Mugnano City sul neutro del “Nuvoletta”. Sulla chiusura del Vallefuoco la società attacca il Comune: «Situazione vergognosa»

Contro l’Angri finisce 1-1. Entrambe le reti realizzate su rigore. A tenere banco è la questione stadio. Il dirigente Miluccio: «Amministrazione comunale


Contro l’Angri finisce 1-1. Entrambe le reti realizzate su rigore. A tenere banco è la questione stadio. Il dirigente Miluccio: «Amministrazione comunale insensibile verso lo sport»

 

MARANO – Si chiude con un pari che sta stretto al Mugnano City la gara contro l’Angri valevole per la 15esima giornata del campionato di Promozione girone B. Un match iniziato con oltre mezz’ora di ritardo per il mancato arrivo in tempo della formazione ospite e disputato al “Nuvoletta” di Marano. Ancora da sciogliere, infatti, il nodo “Vallefuoco”, visto che l’amministrazione comunale di Mugnano non ha ancora trovato una soluzione dopo la fine dell’affidamento temporaneo in gestione dell’impianto al Mugnano City, alla Scuola Calcio Amici di Mugnano e alla Scuola Calcio Real Mugnano, che si sono occupati della manutenzione della struttura negli ultimi 45 giorni.

Per quanto riguarda il calcio giocato, la prima grande emozione del match si registra al 15’, quando Germano viene atterrato nell’area ospite. Nessun dubbio per l’arbitro Tizzani che assegna un ineccepibile rigore. Sul dischetto va Chianese, che trasforma in goal e consegna ai suoi il vantaggio. Il Mugnano City prova a raddoppiare con Germano, ma il tiro è debole ed il numero uno dell’Angri, Tedino, neutralizza senza troppi problemi.

La chance sprecata punisce poco dopo gli uomini di mister Cipolletta. Al 35’, infatti, su un’azione di contropiede, Petricciuolo viene scalciato in area di rigore da Colesanti, autore di un’entrata scomposta. Il direttore di gara, senza alcun indugio, fischia il penalty. Ad incaricarsi del tiro è Auletta. Castigli sfiora la sfera ma non riesce ad evitare la rete. 1-1 e tutto da rifare per il Mugnano City. Il primo tempo si chiude senza altri sussulti.

Nella ripresa i mugnanesi salgono il cattedra. Dopo un’occasione non sfruttata da Colesanti, si ricorre ai nuovi acquisti in casa City per provare a mutare le sorti del match. Al posto di Feniello viene mandato in campo il neo attaccante Coppola, classe ’93, mentre l’altra new entry, il terzino sinistro Verde, subentra a Papi. I cambi danno nuova linfa alla manovra mugnanese e poco dopo gli sforzi vengono premiati con il terzo rigore della gara, concesso questa volta per il fallo su Colesanti. Sul dischetto va Germano, ma il suo tiro a mezza altezza finisce preda del portiere che salva il risultato. Germano prova a farsi perdonare in altre due circostanze, ma la sua “giornata no” prosegue. Nel finale è l’Angri a tentare il colpaccio in contropiede, ma il Mugnano si salva e la partita finisce 1-1.

Un pari che lascia non poco rammarico alla squadra del presidente Canditone dopo una settimana piuttosto critica, in cui per allenarsi si è stati costretti a spostarsi a Villaricca. «Occorre trovare al più presto una soluzione per il ‘Vallefuoco’. Abbiamo bisogno di allenarci con continuità per il richiamo della preparazione. Rivolgiamo un appello alla politica cittadina per aprire il campo. C’è bisogno solo di volontà e sensibilità per poterlo fare», dichiara il dirigente del Mugnano City Antonio Miluccio, che su questo ultimo punto non usa mezzi termini: «Evidentemente l’attuale amministrazione comunale non ha sensibilità verso la cultura e lo sport, ma è una vergogna che uno stadio come il Vallefuoco, eccellenza dell’intero comprensorio, resti chiuso, creando disagi a tutto il movimento calcistico mugnanese composto da oltre 300 ragazzi. Senza contare, poi, i danni per il mancato incasso delle partite.

È scandaloso quello che sta succedendo. Siamo anche disposti ad occuparci nuovamente della gestione dell’impianto, ma chiediamo almeno un affidamento annuale per poter programmare il nostro operato», chiosa Miluccio.

MUGNANO CITY: Castigli, Papi (50’ Verde), Pignatelli, Gaudino, Passariello, Feniello (46’ Coppola), Canditone, Germano, Colesanti, Chianese (80’ Grassi), Russo. A disposizione: Mango, Buonocore, Sequino, O. Soumahoro. Allenatore: Cipolletta.

ANGRI US: Tedino, Calabrese, C. Scarlato, Trapanese, Giordano, De Maio, R. Scarlato, Brancaccio, Cesarano, Auletta, Petricciuolo. A disposizione: Trezza, Pica, Annarumma, Alvino, Mercurio, Colucci, Toci. Allenatore: Ferrara.

ARBITRO: Tizzani (Avellino).

ASSISTENTI: Pesce (Frattamaggiore) e Grasso (Nola).

RETI: 19’ (rigore) Chianese (M) ; 35’ (rigore) Auletta (A).

NOTE: La partita è iniziata con 35 minuti di ritardo per mancato arrivo in tempo della squadra dell’Angri. Ammoniti Papi, Feniello (M), Petricciuolo (A). Spettatori 50 circa.