Terra dei fuochi, meno 40% di roghi nel 2013. Ma la Campania continua a bruciare

Terra dei fuochi, meno 40% di roghi nel 2013. Ma la Campania continua a bruciare

Al via anche il progetto Prometeo per le segnalazioni dei cittadini. Recuperate 7 tonnellate di pneumatici nella sola Giugliano. Intanto la Lorenzin


Al via anche il progetto Prometeo per le segnalazioni dei cittadini. Recuperate 7 tonnellate di pneumatici nella sola Giugliano. Intanto la Lorenzin firma la direttiva per la mappatura dei terreni agricoli

 

TERRA DEI FUOCHI – 1489 interventi dei Vigili del Fuoco nei primi 10 mesi del 2013. 40 % in meno rispetto ai 2430 dell’anno precedente. Dato in calo anche nella Provincia di Caserta, dove si registra un -25 %. Il dato però non tranquillizza i cittadini campani, visto che ad essere diminuiti potrebbero essere i roghi segnalati, non quelli realmente appiccati su tutto il territorio.

A rafforzare questo dubbio anche il dato secondo cui il picco delle segnalazioni si registra soprattutto nelle fasce serali e notturne, quando la visiblità è ridotta, con un incremento maggiore nella stagione estiva. Per contrastare il fenomeno dei roghi, i Comuni della Terra dei Fuochi hanno censito su un apposito portale (utgnapoli.it) oltre 300 aree di abbandono e sono in corso già diverse operazioni di ripristino ambientale. Nell’apposita sezione Prometeo è poi possibile ricevere le segnalazioni inviate dai cittadini del territorio di siti o discariche abbandonate. Ogni segnalazione viene geo-referenziata.

terradeifuochiGrazie a Prometeo, sono state individuate e recuperate 24 tonnellate di pneumatici a Napoli, 7 a Giugliano e 3 a Caivano. Prossima l’attivazione del servizio di individuazione e rimozione anche a Mugnano e ad Aversa. Per gennaio 2014 saranno infine assegnati i fondi dalla Commissione nominata dalla Regione Campania per gli interventi di video-sorveglianza e riqualificazione ambientale.

Intanto, buone notizie anche per i consumatori dei prodotti agricoli nostrani. E’ di questi giorni la notizia che il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha sottoscritto la direttiva per lo svolgimento delle attività finalizzalite alla mappatura dei terreni agricoli. Per quest’intervento saranno usati strumenti di telerilevamento con la collaborazione dell’istituto superiore di sanità e il Comando dei Carabinieri dei Nas. Le informazioni e i dati raccolti saranno condivisi da tutti gli enti coinvolti per essere registrati e classificati.