Ancora un furto di cavi al mercato ortofrutticolo, Giombini incontra i commissionari

Ancora un furto di cavi al mercato ortofrutticolo, Giombini incontra i commissionari

Il commissario ha raccolto le proposte, si chiede a gran voce la vigilanza notturna ed il ripristino dell’energia GIUGLIANO – Ancora furti


Il commissario ha raccolto le proposte, si chiede a gran voce la vigilanza notturna ed il ripristino dell’energia

GIUGLIANO – Ancora furti di cavi, al mercato ortofrutticolo di Giugliano, dove questa notte i ladri sono nuovamente entrati in azione portando via indisturbati quattro condutture dell’energia elettrica.

La situazione degli operatori del mercato è sempre più difficile, i tecnici comunali infatti stavolta non hanno potuto trovare soluzioni di emergenza, creando giunzioni e prolungamenti per distribuire la corrente nelle sezioni derubate, con il risultato che molti stand sono al buio.

«Siamo soli – denuncia Carmine Rea, presidente Comer – ci sarebbe bisogno di vigilanza notturna, ma il Comune ci dice che non può assumere personale addetto alla vigilanza, nè acquistare nuovi cavi; gli elettricisti hanno già fatto salti mortali per distribuire la corrente nelle zone scoperte, non possono prendersi la responsabilità di creare sovraccarichi sulle cabine, si andrebbe incontro a reali pericoli di sicurezza».

Sul posto, questa mattina, le forze dell’ordine che però non hanno potuto fare altro che constatare il reato. Un reato che qui al mercato ortofrutticolo è prassi quasi quotidiana: «basta scavalcare un cancello – continua Rea – e poi si è liberi di fare i propri comodi tutta la notte; questa è una cattedrale nel deserto, ho chiesto più volte un intervento dei commissari, organizzerò i colleghi ed insieme andremo a farci sentire al Comune, bisogna trovare una soluzione perchè così non si può andare avanti. A costo di passare le notti armati davanti ai nostri stand».

giombini mercatoIn tarda mattinata, poi, è arrivato sul posto anche il componente della commissione prefettizia Fabio Giombini, per accertarsi del danno e raccogliere le istanze dei commissionari; con lui anche un tecnico del comune, l’architetto Vincenzo Mastantuono. Forte la preoccupazione per i danni subiti dall’economica ortofrutticola a causa delle varie campagne mediatiche negative relative alla cosiddetta Terra dei Fuochi, a questa si aggiunge il forte problema della sicurezza all’interno del mercato. La delegazione che ha incontrato il commissario ha chiesto una vigilanza notturna, diverse le ipotesi avanzate: un custode a tempo pieno (quello attuale svolge servizio solo diurno), l’impiego dei vigili urbani o degli LSU, o il ricorso ad un’agenzia di vigilanza privata. Giombini si è detto disponibile a incontrare nuovamente gli operatori per valutare il da farsi a breve, intanto ha garantito il ripristino dell’energia elettrica entro il fine settimana.