Behrami, l’operazione sembra scongiurata: «farò di tutto per evitare l’intervento»

Behrami, l’operazione sembra scongiurata: «farò di tutto per evitare l’intervento»

Lo svizzero è stato visitato a Barcellona da Villarubias, intanto le sue condizioni incidono sulle scelte di mercato: si prova con M’Vila


Lo svizzero è stato visitato a Barcellona da Villarubias, intanto le sue condizioni incidono sulle scelte di mercato: si prova con M’Vila e Capoue, in standby Jorginho

Solo terapie, al momento, per Valon Behrami. Il centrocampista del Napoli e della nazionale svizzera sembra così aver evitato l’intervento chirurgico, valutato necessario dalla sua federazione.
Behrami è stato visitato questa mattina a Barcellona dal professor Josè Maria Villarubias presso la clinica Dexeus, è lo stesso calciatore azzurro a far luce sulla vicenda attraverso il suo profilo twitter: «Ora che sono a Barcellona abbiamo chiarito il problema, farò di tutto per evitare l’intervento, sono fiducioso per un recupero ottimale. Il tutto coordinato con lo staff medico del Napoli. Tra 10 giorni sarò sicuramente più positivo ed ottimista».
Le incertezze sulle condizioni di Behrami, chiaramente, influiscono anche sulle vicende di mercato in casa Napoli: Benitez in mediana può contare solo su Inler e Dzemaili, il primo ancora deludente nonostante la vittoria di Verona, il secondo dalle caratteristiche molto diverse rispetto a Behrami. Con loro il giovane Radosevic, che non appare pronto a giocarsi una maglia.

Yann M'Vila
Yann M’Vila

Dai tempi di recupero dell’ossigenato mediano azzurro, dunque, dipenderà anche il numero degli acquisti. E’ per questo che il Napoli ha bloccato – lasciando la trattativa in standby – il veronese Jorginho, avversario ieri e probabilmente nuovo azzurro a breve. Benitez e lo staff di mercato stanno battendo diverse piste, da quella che porta a Kazan, dove il Rubin non vuole cedere il franco-congolese Yann M’Vila in prestito, a quella d’oltremanica che porta a Londra, dove c’è l’altro francese, originario della Guadalupa, Etienne Capoue che piace al tecnico azzurro e non sta trovando molto spazio con la maglia del Tottenham.
Movimenti anche nel pacchetto arretrato, si è parlato di un nuovo interessamento per Mimmo Criscito, che lo Zenit di Spalletti difficilmente lascerà partire a buon mercato, mentre in uscita appare fantasiosa – per quanto suggestiva – l’ipotesi di una cessione di Paolo Cannavaro in Brasile, alla Fluminense.
Il mercato di gennaio riserva al solito insidie e prezzi spesso gonfiati. Il Napoli non ha una grande tradizione di affari in corso d’opera, ma a De Laurentiis è già stato imputato il non essere intervenuto negli ultimi anni in occasioni in cui qualche innesto avrebbe potuto aumentare le chance di titolo. Con Benitez si è avviato un progetto di lungo periodo, ed attualmente la Juve sembra inattaccabile. Ma il Napoli è in corsa su tre fronti, e la rosa appare migliorabile, numericamente e qualitativamente. Bisogna solo trovare gli affari giusti.