Giugliano, il Commissario De Biase dispone le analisi nei pozzi Ex-Resit e Masseria Del Pozzo

Giugliano, il Commissario De Biase dispone le analisi nei pozzi Ex-Resit e Masseria Del Pozzo

Sotto la lente dei tecnici la “Vasta Area” compresa tra la zona Asi sino ai confini con Parete e Villa Literno GIUGLIANO


Sotto la lente dei tecnici la “Vasta Area” compresa tra la zona Asi sino ai confini con Parete e Villa Literno

GIUGLIANO – Il Commissario per le bonifiche Mario De Biase ha stabilito i rilievi su 164 pozzi per verificare l’inquinamento della falda acquifera. Scelto un pool per condurre le analisi, formato dall’Arpac, Sogesid e Hydrolab. Sarà monitorata la falda della  “Vasta Area” che comprende la zona tra la ASI, mercato ortofrutticolo fino al confine con Parete, Qualiano e Villa Literno. Saranno prese in esame l’area  l’ex Resit Cava X e Z, Masseria del Pozzo, lo stoccaggio delle Ecoballe a Ponte Riccio,  e l’area Fibe in località Giuliani.

Il Comune di Giugliano dovrà fornire assistenza tramite la Polizia Municipale in modo da permettere all’Arpac l’accesso alle aree private che ospitano i pozzi. La planimetria delle fonti d’acqua è stata redatta dalla Sogesid, che ha tenuto conto dei tereni privati sottoposti a sequestro giudiziario. In quest’ultimo caso sarà proprio De Biase a mediare con l’autorità giudiziaria. Il pool di specialisti sarà coadiuvato anche dalla ditta specializzata in analisi idriche Hydrolab.

La Commissione Prefettizia Straordinaria ha ordinato ai proprietari dei pozzi di far accedere i tecnici per le attività di analisi. I possessori del terreno potranno presentare le proprie istanze fino al 6 febbraio. Ad oggi risultano tardivi i provvedimenti di analisi poichè, nell’agosto 2010 il commissario Mario De Biase dispose gli interventi urgenti per la messa in sicurezza e bonifica delle aree di Giugliano.

 

Scarica la planimetria dei pozzi