L’esercito nella Terra dei Fuochi, arriva l’ufficialità dal Governo

L’esercito nella Terra dei Fuochi, arriva l’ufficialità dal Governo

L’annuncio arriva dal Sottosegretario di Stato alla Difesa Gioacchino Alfano. Il ministro della Salute Lorenzin invece dichiara: «Saranno investiti 50 milioni di


rescue bugle addestramento terra dei fuochi

L’annuncio arriva dal Sottosegretario di Stato alla Difesa Gioacchino Alfano. Il ministro della Salute Lorenzin invece dichiara: «Saranno investiti 50 milioni di euro per lo screening di massa»

 

TERRA DEI FUOCHI – «Il Governo dà parere favorevole all’impiego dell’esercito in Campania, per contrastare più efficacemente il fenomeno delle ecomafie nella zona al confine tra Napoli e Caserta» .

A darne annuncio è il Sottosegretario di Stato alla Difesa Gioacchino Alfano, commentando le modifiche al testo del decreto sulla Terra dei Fuochi. «Una volta tanto le forze politiche sotto state tutte d’accordo, o quasi, a offrire soluzioni concrete per risolvere un problema specifico. Quello che è accaduto sulla Terra dei Fuochi – continua il sottosegretario Alfano e coordinatore in Campania di Nuovo Centrodestra – è il classico esempio di come far politica, non a suon di polemiche e cercando di denigrare l’avversario, ma mettendo a disposizione lo strumento legislativo migliore per risolvere l’emergenza». L’arrivo dei militari per supportare le forze dell’ordine nella lotta ai reati ambientali nella Terra dei Fuochi è dunque ufficiale.

Ed intanto il ministro della Salute Beatrice Lorenzin comunica la decisione di investire in uno screening di massa. «È una situazione sperimentale ed la prima volta che accade in Italia. Abbiamo trovato 50 milioni», precisa la Lorenzin, spiegando che le modalità ed i target oggetto dello screening saranno stabiliti dall’Istituto Superiore della Sanità, utilizzando anche medici di medicina generale e le reti territoriali.

Novità importanti per un territorio che continua a pagare lo scotto di soprusi passati per decenni inosservati proprio agli occhi delle istituzioni.