Marano, il caso Giaccio scuote la politica cittadina

Marano, il caso Giaccio scuote la politica cittadina

Intanto in città c’è attesa per l’arrivo dei parlamentari del Movimento cinque stelle. Ci sarà anche Luigi Di Maio MARANO – Dal


Intanto in città c’è attesa per l’arrivo dei parlamentari del Movimento cinque stelle. Ci sarà anche Luigi Di Maio

MARANO – Dal consiglio comunale di giovedì prossimo all’incontro con i parlamentari del cinque stelle, settimana intensa per la politica maranese. Si parte sabato 25 gennaio con l’incontro tra i cittadini e i parlamentari del Movimento cinque stelle.

A rispondere alle domande saranno Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera, e il senatore Sergio Puglia. Tra i tanti temi che verranno trattati non mancherà quello ambientale, con le questioni Terra dei Fuochi e termovalorizzatore di Giugliano tuttora aperte. Proprio ieri la Camera ha bocciato, infatti, l’emendamento portato in aula dai “grillini”, che prevedeva il divieto di costruire nuovi inceneritori nell’area della cosiddetta Terra dei Fuochi.

Ma l’agenda politica di questa settimana non finisce qui. Per giovedì prossimo è stato infatti convocato un nuovo consiglio comunale, che potrebbe dare non poche gatte da pelare all’amministrazione targata Liccardo. Tra i vari punti all’ordine del giorno, quello più atteso è la mozione d’indirizzo, presentata da L’Altra Marano, che impegna il primo cittadino a revocare le numerose deleghe (Politiche sociali, Sport Cultura e Spettacoli, Cimitero e Avvocatura) al vicesindaco Teresa Giaccio.

Il numero due della giunta è stato più volte presa di mira da una parte dell’opposizione, per una sua presunta incompatibilità «morale e deontologica». Non si esclude una votazione a scrutinio segreto, che potrebbe favorire il gioco dei dissidenti interni e di quelli che ambiscono alla carica di vicesindaco.