Marano, il caso Giaccio spacca la maggioranza

Marano, il caso Giaccio spacca la maggioranza

Quattro consiglieri di maggioranza chiedono la revoca dell’incarico al vicesindaco della giunta Liccardo MARANO – Caso Giaccio, la crisi politica travolge la maggioranza


Quattro consiglieri di maggioranza chiedono la revoca dell’incarico al vicesindaco della giunta Liccardo

MARANO – Caso Giaccio, la crisi politica travolge la maggioranza targata Liccardo. Ieri sera quattro consiglieri di maggioranza (Angela di Guida, Dino Pellecchia, Salvatore De Stefano e Raffaele De Biase) hanno firmato infatti un documento, già consegnato al primo cittadino, in cui chiedono la revoca dell’incarico al vicesindaco Teresa Giaccio. Il numero due della giunta è già destinatario di una mozione, presentata da L’Altra Marano, che verrà discussa giovedì nel civico consesso e che impegna il sindaco Angelo Liccardo a revocarle l’incarico e le numerose deleghe.

«Pur non entrando nel merito sostanziale della mozione d’indirizzo – si legge nella lettera, sottoscritta dai quattro consiglieri di maggioranza – ma analizzandola dal punto di vista politica, i sottoscritti mettono in evidenza lo scadente operato della dottoressa Giaccio. I sottoscritti hanno più volte posto all’attenzione del sindaco comportamenti, atteggiamenti, decisioni da parte del vicesindaco che hanno suscitato non poche perplessità all’interno della quasi totalità della maggioranza che lo sostiene. Considerato tutto questo chiediamo al sindaco di evitare che la maggioranza si esponga a una magra figura nel consiglio comunale del 30 gennaio, e quindi invitiamo il vicesindaco a dimettersi o in alternativa a provvedere alla sua revoca prima della discussione della mozione. In caso contrario i firmatari di questa richiesta saranno costretti a votare in maniera favorevole la mozione presentata dalla minoranza». Le carte in tavola insomma sono state scoperte e Liccardo non sembra più avere quella maggioranza compatta e unita, tanto decantata negli ultimi mesi.