Marano Lavori al convento Santa Maria degli Angeli, stamani l’apertura ufficiale del cantiere

Marano Lavori al convento Santa Maria degli Angeli, stamani l’apertura ufficiale del cantiere

Il primo cittadino: «Sono fiero di restituire un pezzo di storia alla città. Questa è la dimostrazione che la nostra è la


Il primo cittadino: «Sono fiero di restituire un pezzo di storia alla città. Questa è la dimostrazione che la nostra è la politica del fare».

MARANO – Sono iniziati ufficialmente stamani i lavori di restyling del convento francescano di Santa Maria degli Angeli. L’opera di ristrutturazione e restauro della struttura seicentesca, sottoposta a vincolo architettonico e artistico, è interamente finanziata dai fondi Piu Europa. Al progetto originario sono state apportate una serie di modifiche, richieste direttamente dalla Soprintendenza ai beni artistici e architettonici, riguardanti tra l’altro il restauro dei magnifici affreschi settecenteschi presenti nel chiostro e nel refettorio. All’apertura ufficiale del cantiere erano presenti il sindaco Angelo Liccardo e l’assessore al ramo Gennaro Ruggiero. «Sono fiero di restituire un pezzo di storia alla città – ha dichiarato il primo cittadino – Siamo riusciti a non perdere quest’importante finanziamento grazie ad una totale sinergia, tecnica e politica, tra le istituzioni. Abbiamo dimostrato, ancora una volta, che la nostra è la politica del fare».

A esprimere grande soddisfazione è stato anche l’assessore al ramo, Gennaro Ruggiero:« Abbiamo avuto non poche difficoltà con questo progetto, ma con tenacia siamo riusciti a portarlo avanti. Il Piu europa non si ferma qui – ha spiegato Ruggiero – È stato approvato il progetto per la riqualificazione dell’asse commerciale e, a breve, firmeremo un nuovo accordo di programma con palazzo Santa Lucia per la riqualificazione del centro storico. Mi auguro che, tra il 2014 e il 2015, Marano diventi un grande cantiere a cielo aperto, così da avere finalmente quel rilancio tanto atteso». All’inaugurazione del cantiere era presente anche il neo assessore provinciale al turismo Antonio Di Guida, che ha spiegato come l’antica struttura si inserisce perfettamente nel contesto del turismo religioso. «La mia idea – ha dichiarato Di Guida – è quella di creare un museo virtuale, sulla scia del Mav di Ercolano, dei campi flegrei. Di questo progetto fa parte anche Marano, che storicamente è l’ultima propaggine dell’area flegrea».