Melito, in Vico Rose residenti e commercianti si oppongono ai paletti

Melito, in Vico Rose residenti e commercianti si oppongono ai paletti

«Ingiusto che una via di 5 metri assorba il traffico di un’intera città» MELITO – Residenti e commercianti di Vico Rose si


«Ingiusto che una via di 5 metri assorba il traffico di un’intera città»

MELITO – Residenti e commercianti di Vico Rose si oppongono alla decisione del Comune di impiantare dei paletti ai lati della strada e ne impediscono così l’installazione.

«Sarebbe più opportuno costruire dei marciapiedi, chiudere il traffico o rendere l’accesso possibile solo ai residenti oltre ad invertire il senso di marcia in Vico Orefici, che si trova proprio di fronte» affermano.

«E’ ingiusto – proseguono – che un vicoletto di 5 metri di ampiezza assorba il traffico di una città intera come Melito che già soffre per l’intenso traffico.

Qualcuno dimentica che in questa via sorge la scuola elementare Tenente Luigi Mauriello. Se, malauguratamente, dovesse succedere qualcosa a qualche bambino come potrebbe essere tempestivamente soccorso visto che le auto transitano continuamente creando ingorghi e lunghe code?

In tutto ciò gli ausiliari del traffico non sempre si vedono e, quando compaiono, sembrano non sapere cosa fare. In passato abbiamo anche inoltrato al Comune una petizione, ma non abbiamo ricevuto risposta».

Più di uno ha anche confidato come, in determinate circostanze, le vigilesse della Polizia Municipale sono state viste dirigere il traffico addirittura dall’interno delle auto e pare che il Comando locale, una volta interpellato, abbia consigliato ai richiedenti di rivolgersi all’Ufficio Tecnico dell’Ente Comunale.

E’ proprio in Vico Rose, fra le altre cose, che si trova l’ingresso della “Luigi Mauriello’’

«In passato – ricordano altri melitesi – l’ingresso era su Via Mugnano. Adesso l’accesso da quel punto è consentito solamente agli insegnanti e alle loro auto mentre, a nostro avviso, dovrebbe essere ripristinato il doppio senso di marcia che impedisca così il congestionamento di Vico Rose».