Protesta Tares a Giugliano, scontri tra manifestanti e Polizia

Protesta Tares a Giugliano, scontri tra manifestanti e Polizia

Un giovane colpito da una manganellata, si chiede un tavolo permanente ma il clima resta tesissimo GIUGLIANO – La tensione sempre più


Un giovane colpito da una manganellata, si chiede un tavolo permanente ma il clima resta tesissimo

GIUGLIANO – La tensione sempre più alta all’esterno del municipio giuglianese è sfociata in un confronto fisico tra le diverse centinaia di manifestanti che attendono l’incontro con i commissari, e le forze dell’ordine schierate a presidio del palazzo comunale.

La triade che amministra la città avrebbe deciso di scorporare 3 milioni dal totale previsto per gli incassi della Tares, concedendo in pratica uno sconto di poco superiore al 10% per ogni utenza. Una cifra ritenuta irrisoria dai manifestanti. Alla notizia, è montata la rabbia che ha portato ai primi scontri, ad averne la peggio è stato un giovane colpito da una manganellata al costato, ed accasciatosi al suolo per poi essere soccorsi dagli altri manifestanti.

Duri i commenti dei presenti. Antonio, trentenne commerciante: «cosa vuol dire 10% di sconto? hanno messo anche loro i saldi? non va affatto bene, continueremo la protesta»

Il commissario Colucci promette altri incontri per valutare i margini di manovra, si prova a calmare la folla ma i funzionari di polizia ne hanno sconsigliato l’incontro ravvicinato. Intanto si chiede l’istituzione di un tavolo permanente per trovare soluzioni soddisfacenti per tutti, ma il clima all’esterno resta particolarmente teso.

 ECCO LE IMMAGINI DEGLI SCONTRI: