Cadavere carbonizzato a Varcaturo, la vittima un 32enne di Villaricca?

Cadavere carbonizzato a Varcaturo, la vittima un 32enne di Villaricca?

A cura di Annamaria Rega & Marco Aragno   Interrogata dai Carabinieri la proprietaria dell’auto. La donna aveva un convivente. Rispunta l’ipotesi


A cura di Annamaria Rega & Marco Aragno

 

Interrogata dai Carabinieri la proprietaria dell’auto. La donna aveva un convivente. Rispunta l’ipotesi del delitto passionale

 

Aggiornamenti

ore 9:00 La donna proprietaria dell’auto è stata rintracciata in un negozio poco lontano dal luogo del delitto in evidente stato di choc. Sposata con 3 figli, è stata interrogata insieme al marito. Il corpo carbonizzato appartiene molto probabilmente al convivente della donna, un villaricchese di 32 anni con precedenti di droga di origini senegalesi con il quale aveva intrecciato da tempo una relazione. Si rafforza quindi la pista del delitto passionale. Ma i Carabinieri sono cauti: non è ancora possibile identificare con certezza l’identità della vittima. Si attende l’esame del DNA.

ore 22:30 Svolta nelle indagini. Sotto il cadavere carbonizzato rimosso dalla polizia mortuaria è stata ritrovata un’arma da fuoco, una pistola calibro 765, e un proiettile. L’ogiva è dello stesso calibro della pistola e ciò induce a pensare che l’arma sia quella del delitto. Dalla prima autopsia effettuata sul cadavere, il colpo di pistola è stato sparato alla testa. I familiari della donna intestataria della Renault Megane, rintracciati dai Carabinieri della stazione di Varcaturo, affermano che l’auto è stata prestata a una persona di loro conoscenza con piccoli precedenti penali. Gli inquirenti non escludono che il corpo carbonizzato appartenga proprio a questa persona che al momento risulta irreperibile. L’omicidio dunque si arricchisce di nuovi particolari inquietanti. Si riapre la pista della criminalità organizzata.

ore 20:10 Arrivano conferme sul sesso della vittima: si tratta certamente di un uomo, ritrovato nel bagagliaio dell’auto, intestata ad una donna di Varcaturo e non risultata rubata. La donna abita a 500 metri dal luogo del ritrovamento del cadavere. Tutta la famiglia del titolare dell’auto non ha precedenti penali ed al momento si esclude la pista dell’omicidio di camorra.

ore 19:55  Secondo quanto si apprende dal medico legale, la vittima dovrebbe essere di sesso maschile, probabilmente con una protesi al femore sinistro.

ore  19:30 Sul luogo del ritrovamento del cadavere sono giunti il medico legale ed il magistrato della Procura di Napoli Nord Maria Teresa Orlando.

GIUGLIANO – Un cadavere carbonizzato è stato trovato, intorno alle 18, all’interno  di un’auto Renault Scenic in una traversa di via Ripuaria, circa 100 metri dopo il ristorante “Blue Moon”, in direzione Qualiano. A scoprirlo, in seguito ad una telefonata anonima di un uomo, i carabinieri della compagnia di Giugliano, intervenuti sul posto insieme ai vigili del fuoco.carabiniericadavere

Al momento non si conosce l’dentità della vittima. Gli uomini dell’arma stanno facendo in questi minuti tutti gli accertamenti per identificare il corpo ed accertare cosa sia accaduto. Presente anche il capitano della Compagnia di Giugliano Francesco Piroddi, impegnato nei rilievi.