Genny Romano, fenomeno giuglianese a due ruote. Domenica il primo test a Vallelunga

Genny Romano, fenomeno giuglianese a due ruote. Domenica il primo test a Vallelunga

Una storia coronata da successi. A 16 anni la prima vittoria a bordo della sua Derby 50. Poi il secondo posto al


Una storia coronata da successi. A 16 anni la prima vittoria a bordo della sua Derby 50. Poi il secondo posto al GP80 Malossi. Ora correrà nel Campionato Super Sport

 

GIUGLIANO – Una vita in corsa quella di Genny Romano, giovane motociclista di Giugliano dall’indiscusso talento che dall’età di 16 anni a bordo della sua Derby 50 ha intrapreso la strada verso il successo. Un percorso, segnato da tante vittorie, iniziato nel 2006 quando la voglia di correre gli costò una multa e il sequestro dell’amata moto, il suo “primo amore” che ancora oggi conserva gelosamente in garage.

Genny 69, questo il soprannome del giovane motobiker, a quel punto messo alle strette dal papà non aveva altra scelta se non quella di correre in una vera e propria pista, facendo di una semplice passione un obiettivo di vita.

gennyromano1“Iniziai a correre nelle piste della zona per divertimento, fin quando un meccanico di Giugliano, Saverio Ingegno, mi notò e mi consigliò d’iscrivermi al GP80 Malossi. Arrivai secondo sia al campionato italiano che europeo”, racconta il 23enne. Reduce da questo successo, nel 2008 ci riprova nuovamente con il team Evolution Bike di Saverio Ingegno, risalendo sul podio, al primo posto. Questa vittoria lo spinse poi a mettersi nuovamente alla prova nel 2009 partecipando al campionato SP125.

“Nel 2010 ho continuato la mia corsa con un nuovo team di Teramo “Bike e Motor Reacing”, nella categoria 600 stock gareggiando su una Yamaha R6. Poi, nel 2011 ho concorso per il Trofeo R6 CUP, raggiungendo il terzo posto su 46 bikers della categoria under 21”, aggiunge il motociclista. L’anno seguente vi ripartecipa salendo nuovamente sul podio, anche sta volta al terzo posto. Nel 2013 è la volta del CIV (campionato italiano velocità), piazzandosi all’ottavo posto. Nello stesso anno partecipa poi alla Coppa delle Nazioni, trionfando al terzo posto nella tappa ad Imola, con tanto di telecronaca di Max Biaggi.

genny romanoUna vita di successi insomma quella del 23enne giuglianese che per inseguire il suo sogno nel 2010 ha deciso di abbandonare la carriera universitaria e l’idea di diventare architetto. “Mi alleno quotidianamente per migliorarmi, in pista, in palestra e in bici. Lavoro anche nell’Hotel di famiglia a Giugliano. I miei genitori e le mie due sorelle sono i miei primi fans. Mio padre mi fa da manager e mi segue ovunque, mamma ha un po’ di paura e preferisce non guardarmi”, confessa sorridendo, poi aggiunge: “La paura in questo sport c’è sempre, ti porta a ragionare, senza saresti incosciente del pericolo che corri”.

Domenica scorsa il primo test dell’anno a Vallelunga e per il 2014 parteciperà al Campionato Super Sport, supportato dal team Bike Center di Montecatini, nella massima categoria della 600.

ECCO GENNY ROMANO IN AZIONE E SUL PODIO: