Giugliano, sit-it dei cittadini contro il Caro Tares. Comune blindato

Giugliano, sit-it dei cittadini contro il Caro Tares. Comune blindato

Poche centinaia di persone sono scese in strada a protestare. Massiccio lo spiegamento delle forze dell’ordine GIUGLIANO – Presidio pacifico dei cittadini


Poche centinaia di persone sono scese in strada a protestare. Massiccio lo spiegamento delle forze dell’ordine

GIUGLIANO – Presidio pacifico dei cittadini contro gli aumenti della tassa dei rifiuti. Dalle dieci di stamane Piazza Municipio è stata protetta massicciamente da Polizia e Carabinieri con mezzi e uomoni in tenuta antisomossa, a fronte di circa 300 giuglianesi. La protesta è stata condotta in modo pacifico, nessuna tensione con le forze dell’ordine che hanno spesso dialogato con i manifestanti. Nessuna delegazione è stata ricevuta dalla Commissione Prefettizia Straordinaria poichè erano assenti. Fino a nuove disposizione rimangono le riduzioni stabilite al 10%.

Permane tra i giuglianesi un sentimento di frustrazione e rabbia per i mancati sconti sulla Tares. «Stamattina siamo venuti a protestare al Comune ma abbiamo visto un imponente dispiegamento di forze dell’ordine. Vogliamo solo capire quale sarà il nostro destino. Siamo delusi dal fatto che ci siano pochi componenti dei comitati» dichiara la casalinga Katia.

SAMSUNG CAMERA PICTURES«Sono mesi che stiamo manifestando in modo pacifico. E’ vero che ci sono stati degli scontri ma pensiamo che siano mossi da forze che agiscono sottobanco per far aumentare le tensioni – afferma Antonio, un pensionato – Siamo sopratutto delusi dalle mancate agevolazioni fiscali per fasce deboli».

Appare disincatato Michele giovane disoccupato: «Abbiamo esultato quando sono arrivati i Commissari ma devo prendere atto che non stanno andando al cuore del problema, scovando i cittadini delle abitazioni abusive. A pagare saranno sempre i soliti tartassati. Non credo più alla favola di pagare meno, pagare tutti».