Lavoratori a nero e scarichi illegali, due aziende sequestrate a Qualiano

Lavoratori a nero e scarichi illegali, due aziende sequestrate a Qualiano

Sversavano le acque reflue direttamente nelle fogne: ditte sequestrate, 23mila euro di multa QUALIANO – Due aziende sequestrate, a distanza di pochi


Sversavano le acque reflue direttamente nelle fogne: ditte sequestrate, 23mila euro di multa

QUALIANO – Due aziende sequestrate, a distanza di pochi chilometri sulla circumvallazione esterna. In entrambi i casi, accertata la presenza di lavoratori a nero e lo scarico delle acque reflue direttamente nei condotti fognari. Questi i risultati dell’operazione di controllo sui posti di lavoro effettuata dai carabinieri di Qualiano, con i vigili ed i tecnici comunali ed in collaborazione con il Nucleo Ispettorato del Lavoro di Napoli.

Entrambe le aziende, del valore stimato complessivo di un milione di euro, sono state poste sotto sequestro. Si tratta di una ditta del settore vernici e di una specializzata nella lavorazione dei metalli. Denunciati in stato di libertà una 29enne moldava residente a Roma, ed un 59enne di Melito per reati contro la tutela ambientale e del lavoro.

Gli scarti liquidi della lavorazione venivano immessi direttamente nelle fogne, senza alcun trattamento specifico, mentre fumi tossici venivano liberati in aria. Inoltre i militari hanno rilevato la posizione irregolare di quattro dei diciotto lavoratori impegnati nelle produzioni. Le due aziende sono state multate per un totale di 23mila euro.